00

Regione Puglia, gruppo FI: ''Emiliano fa la short list e poi opta per selezione fiduciaria senza titoli"

Lunedì 22 Febbraio 2021
Nota dei consiglieri regionali di Forza Italia Stefano Lacatena, Giandiego Gatta e Paride Mazzotta.

"Si stabilisce che la scelta dei componenti di un organismo regionale avvenga tramite short list, con tanto di requisiti, e poi invece si opta per una selezione fiduciaria di persone che non posseggono i titoli richiesti dall'avviso pubblico: chiediamo formalmente spiegazioni alla Giunta regionale sullo "strano" caso del vicepresidente del Sepac, il comitato per le aree di crisi della Regione.

Si tratta del fratello di un noto esponente del Partito Democratico, già componente dell'organismo in questione, ma facciamo un passo indietro sul caso denunciato stamattina dalla stampa.

Lo scorso novembre è stato pubblicato l'avviso pubblico per compilare la short list: tra i requisiti per la nomina c'è il possesso di laurea specialistica o magistrale secondo il vecchio ordinamento. Bene, così 35 persone si candidano per il posto, ma il nome del "futuro nominato" non c'è e la ragione è molto semplice: non essendo in possesso del titolo di laurea, non avrebbe potuto far parte della rosa.

La Giunta regionale, allora, che fa? Il 15 febbraio, a firma del presidente Emiliano, sforna la delibera di nomina del fratello del suo compagno di partito che non aveva nemmeno partecipato alla short list per carenza di titoli.

Ora, il punto è il seguente: a che pro, allora, scomodare professionisti per la compilazione di una lista che si sapeva già che non sarebbe stata utilizzata perché "c'era" da nominare qualcuno già individuato? Una presa in giro per coloro che si sono fatti avanti, vantando magari "solo" il proprio curriculum, ma nessuna parentela "eccellente". Su questo chiediamo spiegazioni puntuali: scarseggiano trasparenza e "igiene politica"".