Covid-19, calano i pazienti ma anche le dosi di vaccino. Lopalco: 'Ci saranno dei rallentamenti'

Giovedì 21 Gennaio 2021
La Regione Puglia sta programmando la "fase 2" della campagna vaccinale anti Covid, individuando anche centri commerciali e grandi aree pubbliche da utilizzare per le somministrazioni, ma a preoccupare è l'ulteriore taglio alle dosi Pfizer comunicato dal commissario Domenico Arcuri.

La Puglia, lunedì scorso, ha già ricevuto il 38 per cento in meno dei flaconcini attesi, il 25 gennaio ne dovrebbero essere consegnate oltre 30mila ma ci sarà un'altra riduzione. "Purtroppo non abbiamo buone notizie - ha ammesso l'assessore alla Sanità della Regione Puglia Pier Luigi Lopalco -, come sapete la Pfizer, che è l'unica in questo momento produttrice e distributrice di un vaccino anti Covid aveva già annunciato per questa settimana un taglio che, se fosse rimasto tale, sarebbe stato diciamo poco preoccupante".

"Noi avevamo comunque il piano di contingenza per garantire le seconde dosi, per continuare le prime dosi nelle Rsa, quando proprio nelle scorse ore è arrivata la cattiva notizia che questo taglio nelle dosi continuerà probabilmente anche nelle prossime settimane". Di conseguenza ci dovrà essere un ulteriore rallentamento delle somministrazioni per garantire almeno i richiami. La settimana prossima arriveranno anche 4mila dosi del vaccino Moderna, una consegna esigua che non cambia di molto la situazione.

Alle cattive notizie sulla distribuzione dei vaccini, fa da contraltare una situazione epidemiologica che sembra migliorare lentamente. E stando all'ultimo rapporto di Agenas, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, cala anche l'occupazione dei posti letto da parte dei pazienti Covid, passando dal 41 al 39 per cento rispetto al totale dei posti a disposizione negli ospedali regionali.