San Severo, colpi di pistola contro la casa di Matteo Anastasio: intimidazione o bravata?

Lunedì 19 Luglio 2021
Due colpi di pistola a salve sono stati esplosi ieri a San Severo contro l'abitazione dove viveva Matteo Anastasio, il pregiudicato 42enne ucciso durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia agli Europei di calcio nella città dei campanili. Nello stesso agguato è rimasto gravemente ferito il nipotino di 6 anni, raggiunto da un proiettile all'addome.

A quanto si apprende, i colpi di pistola potrebbero essere stati esplosi da un uomo in sella a una moto. E' intervenuta la Polizia, che ha avviato gli accertamenti per chiarire se si sia trattato di una intimidazione o di una bravata.