Forbes, un foggiano tra i primi 100 under 30 d'Italia. Si chiama Marco Morrone

Lunedì 19 Aprile 2021
Un nuovo foggiano nella Lista Forbes dei 100 migliori Under 30 d'Italia per la categoria Food&Drink. Si tratta del giovane Marco Morrone, 27 anni, fondatore insieme al fratello Mario, 31 anni, della startup innovativa Olivante.

La lista Forbes dei 100 Under 30 più influenti d'Italia è l'elenco annuale realizzato dalla rivista Forbes che seleziona i giovani che stanno cambiando il mondo, promotori delle idee più innovative in 20 categorie diverse.

Nella sezione dedicata al mercato del food spicca il nome di Marco Morrone, classe '93 nato a Foggia. Marco ha girato l'Italia grazie al calcio, militando in diverse squadre tra dilettanti e professionisti, e allo studio, frequentando le Università di Bergamo, Pescara dove si è laureato in servizi giuridici per l'impresa, e Foggia dove è laureando magistrale del primo corso di laurea d'Italia sulla privacy e sicurezza dei dati personali.

"Sono cresciuto sul Gargano dove ho passato tutte le estati della mia vita. Lì, con mio fratello Mario, abbiamo passato giornate intere tra gli ulivi, il mare e le campagne e l'odore dell'olio "nuovo" è uno dei ricordi più vivi che porto con me. Quando mio fratello mi propose l'idea di creare una piattaforma che ci permettesse di portare il miglior olio extravergine italiano sulle tavole di tutti i ristoranti aiutando così davvero i piccoli produttori (circa il 70% del mercato) ne fui entusiasta e iniziammo i primi test quando ancora studiavo a Bergamo. Fu proprio qui che ho venduto il primo litro di olio per Olivante, ancora solo un'idea, e da allora gestisco tutti i rapporti tra la nostra startup e i ristoranti" - racconta Marco Morrone.

Da questa esperienza nasce Olivante (www.olivante.it), la prima piattaforma in Italia che permette a tutti i ristoratori di scegliere l'olio che meglio si abbina alla propria cucina e acquistarlo direttamente dai piccoli produttori locali. Lanciata nel Dicembre 2019, la startup ha ricevuto diversi riconoscimenti, uno su tutti la vittoria del bando "PIN - Pugliesi Innovativi" come uno dei progetti più ambiziosi e innovativi in ambito food in Puglia. Nonostante le restrizioni del 2020, è riuscita ad ottenere ottimi risultati coinvolgendo più di 25 attività, tra produttori e ristoratori, provenienti da 4 regioni italiane diverse.