VIDEO | Filiera del legno, dai boschi nuove opportunità per l'economia del Gargano

Venerdì 16 Luglio 2021
Lo studio pilota promosso dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano ha dato risultati incoraggianti e di sicuro interesse per un settore in crescita in tutto il mondo.

Nei boschi del Gargano c'è un grande potenziale economico legato alla valorizzazione del legno ed al suo impiego nel settore della bioedilizia per fini soprattutto strutturali. E' quanto emerge dallo studio pilota presentato stamattina in Camera di Commercio durante il convegno dal titolo "Filiera Legno: un'opportunità per il territorio".

L'iniziativa, patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, è stata organizzata dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano e ha visto la partecipazione dei soggetti istituzionali che hanno sottoscritto con l'ente consortile l'accordo di programma alla base del progetto Filiera Legno, ossia Regione Puglia, Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali, Ente Parco Nazionale del Gargano.



Lo studio delle caratteristiche del legno proveniente da specie forestali prevalentemente autoctone del Gargano ha dato risultati del tutto incoraggianti e di sicuro interesse che aprono la strada allo sviluppo di iniziative imprenditoriali in grado di coniugare la valorizzazione di risorse del territorio con la creazione di progetti e attività di grande valenza economica e sociale, anche per i significativi impatti occupazionali.

Sono intervenuti Eligio Giovan Battista Terrenzio, presidente del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano; Damiano Gelsomino, presidente della Camera di Commercio di Foggia; Francesco Ferraro, direttore generale Agenzia regionale attività irrigue e forestali; Luigi Miele, presidente ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Foggia; Pasquale Pazienza, presidente Ente Parco Nazionale del Gargano e Raffaele Piemontese, vicepresidente Regione Puglia.

Le relazioni tecniche sono state illustrate da Marco Muciaccia, direttore Consorzio di Bonifica Montana del Gargano; Michele Brunetti e Michela Nocetti del Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto per la Bioeconomia; Antonio Marco Pantaleo dell'Università di Bari, Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali, Laboratorio di Tecnologia del Legno; Piervito Bianchi e Giulio Marco Cappelletti dell'Università di Foggia - Dipartimenti di Economia / Economia, Management e Territorio.

E' seguito il dibattito con gli interventi di Giancarlo Francesco Dimauro, presidente Confindustria Foggia; Pietro Oieni, direttore ufficio Difor III - Sviluppo Filiere Forestali del Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali; Massimo Gargano, direttore generale associazione nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque Irrigue.

Approfondimenti ulteriori nell'edizione del quotidiano l'Attacco di domani.