Regione Puglia, pronte le nomine dei dirigenti

Mercoledì 7 Aprile 2021
Passaggio di consegne alla Regione Puglia. La lista dei 12 capi dipartimento è cosa praticamente fatta se non gli ultimi dettagli da mettere a punto nella composizione dei vertici dirigenziali chiamati a governare l'imponente macchina amministrativa per i prossimi cinque anni. A chi la scelta se non al governatore Michele Emiliano il quale ha completato il puzzle nel quale mancherebbero solo pochissime tessere da scegliere tra volti nuovi e pensionamenti.

In sospeso e ancora qualche dubbio per il cambio al vertice nel delicatissimo settore dei Trasporti e in quello altrettanto critico dell'Agricoltura dove al momento i nomi non sono ancora venuti a galla. La gettonatissima Barbara Valenzano sarebbe in lizza per passare da un momento all'altro con l'Arpa Puglia e al suo posto all'Ambiente subentrerebbe tale Antonello Antonicelli, attualmente imputato nel processo Ambiente Svenduto dell'Ilva di Taranto.

Sono sette i nomi certi della rosa. Si comincia con il dipartimento Formazione e Lavoro con Adriana Agrimi, dirigente regionale dell'Agenzia digitale nazionale. Al Personale e Organizzazione spunta il nome di Ciro Imperio, attuale direttore generale al Comune di Taranto in quota al sindaco del capoluogo jonico Riccardo Melucci, già capo del settore Ragioneria. La Cultura sarà coordinata da Silvia Pellegrini mentre in odore di riconferma figurano gli uscenti Montanaro e Albanese, rispettivamente alla Sanità e al Bilancio.

Gianna Elisa Berlingerio è destinata a guidare lo Sviluppo Economico mentre a chiudere il cerchio, secondo le ultime indiscrezioni, ci sarebbe l'avvocato Rocco De Franchi, consigliere di Michele Emiliano, destinato alla Comunicazione istituzionale dell'Ente regionale, e Nicola Lopane al quale potrebbe essere assegnato il posto di Segretario di Giunta in sostituzione di Giovanni Campobasso. Scalpitano per un posto da dirigente apicale Anna Fiore, Antonella Bisceglia, Anna Lobosco, Mario Lerario e Rosa Fiore.

Onofrio D'Alesio