Puglia penultima per capacità di somministrazione vaccini anti Covid. Tutolo: ''Medici ed infermieri volontari per la campagna vaccinale''

Martedì 6 Aprile 2021
Come si evince dai dati forniti direttamente dal Governo, la Regione Puglia ha ricevuto 889.115 vaccini anti-Covid. Ad oggi ne ha somministrati 660.820. Solo qualche settimana fa era la seconda Regione per capacità di somministrazione, "Ora siamo penultimi. Al ritmo di 10.750 inoculazioni al giorno (dati relativi all'ultima settimana), ci vorranno più di un anno e tre mesi per coprire il 70% della popolazione: ben undici mesi di ritardo rispetto all'obiettivo iniziale del Governo, fissato ad agosto 2021 e tre mesi di ritardo rispetto al termine di somministrazione di Sicilia, Campania e Calabria", lo evidenzia il consigliere regionale di maggioranza Antonio Tutolo.


"Pur confidando nell'arrivo di nuove forniture di vaccini e nella conseguente accelerazione dei tempi di immunizzazione, è evidente che più di qualcosa vada ripensato", aggiunge l'ex sindaco di Lucera.Per questo motivo, Tutolo ha ritenuto opportuno sottoporre al Presidente della Regione, Michele Emiliano e all'Assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco, una sua proposta: fare un appello a tutti i medici ed infermieri in pensione, e non solo, per chiedere loro di partecipare volontariamente a questa campagna vaccinale. Il consigliere si è detto certo che si registrerebbe un'adesione massiccia. Inoltre, tutti i comuni metterebbero volentieri a disposizione palestre ed ogni altro spazio utile allo scopo.


"Auspico che i vertici regionali si muovano in questa direzione - ha aggiunto Tutolo -  perché somministrare i vaccini, oggi, significa salvare vite umane ed occorre mettere in campo tutte le risorse a disposizione, senza se e senza ma, per raggiungere quest'obiettivo".