Giorgio Cislaghi risponde alla lettera di Pippo Cavaliere: ''Iaccarino era meglio dei comunisti''?

Sabato 5 Giugno 2021
Giorgio Cislaghi risponde alla lettera aperta che l'ex consigliere comunale PIppo Cavaliere ha voluto pubblicare oggi a mezzo stampa. 
"Il dramma è che a volte ci si abitua allo schifo come per un foggiano è diventato normale vivere in una città sporca, piena di buche, con bus che non passano, servizi che lasciano a desiderare così anche la "politica" si è abituata a vivere in mezzo a tante cose che fanno schifo solo perché non si è in grado di darne prova documentale.Anch'io tante volte ho avuto sentore di marcio e, dosando scritti e parole, ho fatto il possibile per denunciare e a volte ho denunciato alle Procure e su alcuni "piccoli fatti" abbiamo anche lavorato insieme.Il problema non è denunciare o meno, usare canali informali per portare all'attenzione certi fatti. Il problema è politico e poco ha a che fare con leggi e magistratura.Che garanzie di credibilità poteva dare Iaccarino dopo quel che ti disse? Quale pezzo di strada potevi immaginare di compiere insieme? Serviva per far cadere Landella?Certo.Ma se far cadere Landella non vuol dire cambiare la politica onestamente che interessa ai cittadini?Questo è il problema politico.Per me cambiare vuol dire prendere direzioni diverse non cambiare il conducente per continuare sulla stessa strada ed è questo che è venuto meno dall'opposizione che rappresentavi.Poi c'è un "altro problema", quel tuo i Comunisti sono il peggio. Volevi dire forse che è meglio quello che rappresentava Iaccarino dei Comunisti?Non voglio prenderti alla lettera e penso che per Comunisti volessi dire piddini e dintorni, se è così c'è ben altro da chiarire. Politicamente sia chiaro ma vorrei capire perché i Comunisti sono peggio del peggio e questo non lo hai spiegato.Ps. La tua chiacchierata con Iaccarino dimostra che la teoria delle vetrine rotte si applica anche a altri ambienti più ristretti e non solo all'analisi sociologica del degrado e, per entrambi i casi, indica anche come porvi rimedio, ribellandosi al degrado".