Il Gruppo Seasif guarda a Manfredonia per nuovi investimenti. I Dem: ''Quale il piano industriale?''

Martedì 2 Febbraio 2021
Lo scoppio della pandemia da Covid-19 e le conseguenti crisi che si sono manifestate, hanno messo a nudo con ancora più forza i problemi che da sempre attanagliano Manfredonia. Tra questi è emerso con vigore il tema del lavoro.


"Nella scorsa campagna elettorale per le Regionali Puglia lo abbiamo ribadito più volte: Manfredonia necessita di un vero e proprio piano di rilancio economico" è quanto mettono in luce gli esponenti del Partito Democratico sipontino.

"Oggi è il tempo di costruire le fondamenta per la ripresa economica, sfruttando nel modo giusto, tutte le occasioni che ci vengono messe a disposizione: Recovery plan in primis, ZES e ZFD, previste nel piano per il Mezzogiorno. In queste ultime settimane, numerose sono le voci che si rincorrono in merito a grandi investitori interessati al nostro territorio - primo fra tutti il Gruppo Seasif. Le testate locali hanno riportato fedelmente le intenzioni espresse dal suo Amministratore Delegato, ma a tutt'oggi restano sommarie e poco dettagliate - se non fosse per le richieste di concessioni venticinquennali e ad uso esclusivo delle banchine A1, A2 e A5 del porto alti fondali avanzate dalla holding nei confronti dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale".

"Data la complessità dello scenario, avvertiamo come Partito Democratico di Manfredonia, l'esigenza di chiedere al Gruppo Seasif, la possibilità di poter conoscere più nel dettaglio quello che è il piano di sviluppo industriale che interesserà il futuro della nostra città. Quali sono gli strumenti di partecipazione pubblica che intende adottare per informare la cittadinanza dell'importante opera di investimento che sarà effettuata e quali ripercussioni potrebbe avere sulla città.Crediamo che l'importante operazione di investimento sul territorio non possa precludere un confronto partecipativo con i cittadini. Manfredonia ha bisogno di intravedere nuovi e reali scenari occupazionali ed una politica industriale intelligente gioca un ruolo centrale per crescita sostenibile e per l'occupazione del nostro territorio", concludono i dem.