Cestistica San Severo, dopo tre rinvii stasera si gioca contro Chieti

Basket
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Si torna in campo, dopo tre rinvii. Stasera al Pala Falcone e Borsellino è in programma la classica del basket adriatico: alle 20.30 la Cestistica San Severo sfida il Chieti Basket 1974,

in quello che è il recupero valido per la dodicesima giornata di andata del campionato di Serie A2 Old Wild West. I biancorossi abruzzesi sono al momento dodicesimi in classifica con sole tre vittorie su nove partite disputate, e si ritrovano nel bel mezzo di un ricambio del roster -tipo.

Rispetto alla formazione vista all’opera a San Severo nella gara di Supercoppa, la compagine di coach Massimo Maffezzoli ha infatti cambiato i rookie Alacromed Aromando con Lips e Rebec (appena sostituito con l'ex Pistoia Sims, e disponibile solo dalla prima di ritorno), confermando il capitano Meluzzi e Woldentaese, Tsetserukou e l'altro americano Jackson, oltre ai veterani Dincic ed Amici. Chieti, dunque, allo stato attuale rappresenta una autentica incognita, con la vicenda Covid-19 che ha tenuto banco in casa abruzzese e che inevitabilmente ha avuto ripercussioni negative.

Di contro, i “ragazzi terribili” di coach Luca Bechi inseguono un unico risultato: la vittoria. Che sarebbe importantissima perché l’avversario è una delle dirette concorrenti per la salvezza: i teatini sono un team coriaceo, alla ricerca di punti preziosi per continuare a risalire in classifica.
Così a l’Attacco Giacomo Piersante, assistant coach della Cestistica, che vive la vigilia di questo match con particolare trepidazione essendo originario proprio di Chieti: “I ragazzi stanno bene, ci siamo allenati al meglio, cercando di tenere i ritmi alti. Non aver giocato per un mese dice tanto, ma abbiamo lavorato su diversi fronti, passando anche dal parquet alla palestra. Ora però non vediamo l’ora di tornare in campo...”.

La pausa forzata ha se non altro dato la possibilità di inserire l’ultimo arrivato in casa giallonera, l’americano Pepper, atteso l debutto proprio contro la Lux. “Dalton è un giocatore molto professionale ed ha iniziato ad allenarsi appena ha messo piede a San Severo dieci giorni fa - sottolinea Piersante -. In questo periodo ha cercato di capire le dinamiche di squadra, quelle tecniche e quelle di gruppo. Si sta inserendo bene, si tratta di un giocatore completo - ha continuato Piersante - che può darci diverse soluzioni perché sa muoversi a tutto campo.

Chiaramente, anche se i ragazzi stavano facendo molto bene, avevamo una rotazione in meno che nel prosieguo del campionato avrebbe potuto avere riflessi negativi, e dunque siamo corsi ai ripari. Fermo restando che il nostro obiettivo era e rimane quello della salvezza, con Pepper avremo un uomo in più su cui contare perché, come dicevo, sta per partire un altro campionato nel girone di ritorno, e tutte le squadre si sono rinforzate”.

I Neri, dopo la super-prestazione di Verona vogliono continuare a mettere “fieno in cascina” considerata anche la doppia valenza della posta in palio in quello che molto realisticamente deve ritenersi stasera un vero e proprio scontro diretto. Ma la Cestistica è anche, potenzialmente, tra le altre due candidate a poter accedere alle Final Eight di Coppa Italia: “Ogni partita la giochiamo per vincere - prosegue l’assistant-coach di Bechi -, e così sarà anche con Chieti e con Nardò, avversarie che affronteremo senza guardare la classifica. Stiamo lavorando sul nostro obiettivo finale di stagione e, perché no, proveremo a centrare anche le Final Eight per alzare l’asticella delle nostre ambizioni”.

Per Giacomo Piersante sarà sfida dal sapore particolare, nello staff tecnico della Lux ritrova tanti amici: “Chieti è la mia città natale, inevitabile che proverò non poche emozioni. Ma al salto a due il mio cuore batterà solo per la Cestistica”.