Dopo Rocca anche Di Pasquale sul piede di partenza (e Kragl torna un nome d’attualità)

Calcio
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Per ora tutto tace. Per ora. Il mercato del Foggia è in stand-by, a sorpresa venerdì scorso è arrivata la risoluzione consensuale con Michele Rocca, che punta a rilanciarsi a Novara con il maestro Marco Marchionni dopo una stagione in chiaroscuro.

A brevissimo potrebbe fargli compagnia anche Davide Di Pasquale, per il quale si registra un corteggiamento dell’Ascoli che spinge il giocatore a fare pressing sul Foggia per liberarlo. Ma sirene nelle ultime ore si starebbero registrando anche su Davide Petermann, che solo la scorsa settimana ha lasciato intendere di restare, ma che non disdegnerebbe l’ipotesi di trovare una nuova sistemazione. Soprattutto adesso che non c’è più Zeman.

In entrata, invece, è ancora tutto in divenire. Anche se, parrebbe, che entro le prossime 48 ore potrebbero registrarsi i primi due annunci, che in qualche maniera andrebbero ad attutire i primi malumori che serpeggiano nell’ambiente dopo l’addio di Rocca, e quello sempre più probabile di Di Pasquale.

Il Foggia ha nel mirino Nobile e Dall’Oglio. E torna d’attualità un nome che la scorsa stagione a ottobre infiammò la tifoseria, Kragl sembrerebbe infatti di nuovo tornato nei radar rossoneri.

Per il portiere Tommaso Nobile sarebbe ormai solo questione di ore, accordo perfezionato con la società di appartenenza (Virtus Francavilla) e con il giocatore, che muore dalla voglia di trasferirsi in rossonero.

Curiosa la vicenda di quello che unanimemente è stato considerato il miglior numero uno del raggruppamento meridionale, e che già la scorsa estate fu a un passo dal Foggia: per qualche giorno si allenò in anonimato anche agli ordini di Zeman, poi però riprese la strada di Francavilla Fontana perché fra proposta e richiesta ballavano 8mila euro, che Canonico non si sentì di riconoscere al 25enne guardiapali napoletano.

A un passo anche Jacopo Dall’Oglio, mediano che Boscaglia conosce assai bene per averlo avuto alle proprie dipendenze a Palermo. Il giocatore è in uscita dopo il salto in B dei rosanero e il Foggia è in pole per accaparrarselo. Sarà lui con ogni probabilità il cursore che agirà davanti alla difesa.

Sono giorni però decisivi anche per Oliver Kragl, che dopo aver chiuso la sua breve parentesi ad Avellino è svincolato e non disdegnerebbe l’ipotesi di tornare da queste parti. Soprattutto ora che Pavone e Zeman non ci sono più. Alcuni ammiccamenti del giocatore sui social da qualche ora sembrano portare in questa direzione.

Canonico ci starebbe lavorando su, al patron non dispiacerebbe dimostrare che un anno fa la candidatura del tedesco avrebbe dato i suoi frutti senza il diniego dell’area tecnica, ora il pallino passa nelle mani di Boscaglia. Che non è escluso possa decidere di portare il giocatore in ritiro senza contratto e di visionarlo prima di sciogliere la riserva.