Il patron venerdì diserterà anche il varo di Zemanlandia

Calcio
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Quanto siano tesi i rapporti nel Foggia Calcio fra l’area tecnica e quella dirigenziale in questo frangente è confermato anche da quanto si verificherà venerdì prossimo.

In occasione infatti della inaugurazione ufficiale della sede della Fondazione La Capitanata per lo Sport, avverrà anche la presentazione del volume Zemanlandia - quando il Foggia insegnò al mondo a giocare al calcio.

In Via D’Adduzio saranno presenti oltre all’autore Domenico Carella e all’editore Enzo Palma (Sinkronia) anche ovviamente Zdenek Zeman, Peppino Pavone e Franco Altamura, il dirigente storico di Zemanlandia, nonché amico inseparabile del boemo.

Numerosi gli ospiti ed i rappresentanti del mondo dello sport che interverranno. Chi invece diserterà l’appuntamento è sicuramente il presidente Nicola Canonico, che così come accaduto nel giorno del varo del murale dedicato al tecnico di Praga nel centro storico cittadino darà forfait. Il massimo dirigente barese ha già deciso, meglio evitare incroci pericolosi a poche ore dall’incontro-verità programmato per inizio della prossima settimana che servirà una volte per tutte a chiarire se il futuro del tecnico boemo sarà ancora in rossonero. Entrambi così eviteranno l’imbarazzo di incrociarsi in un appuntamento pubblico che inevitabilmente si presterebbe alla inevitabile domandina a trabocchetto.

Zemanlandia, quando il Foggia insegnò al mondo a giocare a calcio, sarà un momento per celebrare l’epopea zemaniana a Foggia, figurarsi se Canonico potrebbe mai sopportare di starsene in prima fila a beatificare il Maestro.

Eppure l’idea di questo libro di oltre 280 pagine corredato da oltre 500 scatti di Ernesto Tufo e Giuseppe Panniello (Casa della Fotografia) va oltre il semplice racconto, e punta a cristallizzare in fotografie d’autore e parole, uno dei momenti più belli del calcio italiano. Si fa sintesi fra ricordo, immagine e storia di quel Foggia che, fra gli anni ‘80 e ‘90, stupì il mondo con spettacolo e gioia. Un ricordo identificato nel ‘dio pallone’ e immortalato nell’uomo simbolo di quelle imprese, Zdenek Zeman.

Carella ha fatto un collage variopinto di quegli anni, che attraverso lo sport si trasformarono in un riscatto sociale anche per la città e soprattutto per i foggiani. Così Sinkronia ha costruito con l’autore un libro-almanacco, dove il racconto gira attorno a foto bellissime dell’epoca riaffiorate dall’archivio storico del duo Panniello-Tufo, testimoni e fotografi di un’epoca irripetibile.

Nel libro si ripercorrono tutte le tappe di Zemanlandia allo Zaccheria, anno per anno, partita dopo partita, gol dopo gol. Un susseguirsi di emozioni raccontate in immagini, numeri e aneddoti, oltre a un’analisi delle cause che hanno portato il fenomeno del 4-3-3 ad attecchire a Foggia, dove è diventato religione e mito.