Magic-moment Audace Cerignola, col Francavilla c’è in palio la vetta

Calcio
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Magic-moment Audace. Il Cerignola completa il suo mese perfetto battendo 2-0 in trasferta la Virtus Matino, centra la quarta vittoria consecutiva e raccoglie così il decimo risultato utile consecutivo.

Dopo il pari interno col Nardò che pareva aprire la crisi in casa ofantina, sono arrivate solo vittorie per una squadra che cresce giornata dopo giornata e che soprattutto mette ora nel mirino la vetta della classifica. La concorrenza è avvisata: con la vittoria di Parabita, infatti, i gialloblu si sono arrampicati fino al secondo posto, seppure in coabitazione con il Bitonto, e ad una sola lunghezza dalla capolista Francavilla.

Michele Pazienza può sorridere: “Mi è piaciuta molto l’ultima prestazione dei miei - evidenzia il tecnico sanseverese -. I ragazzi ci hanno messo tanta applicazione e umiltà. Hanno mantenuto un’attenzione altissima e non era affatto semplice. Abbiamo reso noi il risultato finale quasi scontato”. Dopo la netta vittoria sulla Mariglianese (che domenica scorsa ha interrotto l’imbattibilità della Casertana imponendosi addirittura 4-1 ndr), i gialloblu hanno mostrato ancora una volta grande maturità contro un avversario sulla carta più debole, gestendo bene le energie, e chiudendo la pratica già nella prima mezzora del primo tempo, concedendo poco o nulla all'avversario.

Una di quelle vittorie che comunemente si definiscono ‘sporche’, e che in un campionato difficile come quello di Serie D possono fare la differenza. Netto, in ogni caso, il divario tra le due contendenti: cifra tecnica superiore per Allegrini e compagni, con Palazzo riconfermato dal primo minuto e ancora in gol, e soprattutto prima rete stagionale per Agnelli, sempre più metronomo della manovra ofantina: “Finalmente è arrivato anche il mio turno - evidenzia soddisfatto il centrocampista ex Foggia - . Ci tengo tanto a dare una mano concreta al la squadra. E’ un momento particolarmente positivo, ma dobbiamo rimanere sempre concentrati perché basta poco per cancellare quanto di buono fatto in quest’ultimo scorcio di stagione”.

All’orizzonte ora incombono due sfide al vertice che possono dare una fisionomia più precisa al campionato del Cerignola e all’intero raggruppamento. Si comincia domenica prossima in casa contro il Francavilla primo in classifica, si proseguirà poi a Bitonto nel turno infrasettimanale dell’8 dicembre. Centottanta minuti da brivido che però non spaventano l’Audace: “Dobbiamo lavorare su questo entusiasmo che si è creato, e proveremo a sfruttare il clima particolarmente caldo che si sta creando intorno a noi - prosegue Agnelli - . Siamo carichi ma allo stesso tempo concentratissimi per raggiungere il massimo risultato possibile”.

Contro il Francavilla sarà il Monterisi a spingere la squadra verso quel primato che solo un mese fa sembrava una chimera, distante addirittura 8 lunghezze. Non sarà semplice, però: la sfida contro i lucani dell’esperto e navigato Nicola Ragno presenta mille insidie. L’ex allenatore di Taranto e Potenza è stato capace di cambiare i connotati al Francavilla. I rossoblu sono in forma, arrivano da quattro vittorie consecutive (proprio come il Cerignola), e in trasferta su sei incontri sin quì disputati hanno perso soltanto due volte (a Nocera e Fasano) imponendosi nelle restanti quattro. In rosa vantano nomi importanti come Gentile, l’esperto attaccante Nolè e il centrocampista di qualità Melillo. Senza dimenticare l’altro bomber navigato Croce che domenica scorsa ha deciso la sfida contro il Gravina, siglando la prima rete stagionale. Pazienza predica calma, e confida sui suoi ragazzi: “Stiamo facendo un percorso importante, abbiamo voglia di crescere e questo mi fa ben sperare”.

Per il Cerignola domenica sarà la classica prova del nove, vincere ancora vorrebbe dire conquistare finalmente la vetta.

Fabio Trallo