Pietro Delli Guanti: “Nel mirino il podio, sono pronto a spiccare il volo”

Motori
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Impaziente e determinato al tempo stesso. Pietro Delli Guanti è già proiettato su quel che sarà, il giovanissimo driver classe 2004 di Vico del Gargano

dopo l’ottima stagione che lo ha visto esordire nella Formula Regional European Championship by Alpine è pronto a riconfermarsi ai massimi livelli, facendo leva su tutto il bagaglio d’esperienza accumulato nell’ultima stagione: “Non vedo l’ora di tornare al volante - confessa -. Mi sto allenando al massimo, sono molto curioso di cominciare una nuova avventura”. Dovrà però ancora pazientare ancora qualche mese il pilota garganico: i semafori verdi sul nuovo campionato si accenderanno infatti solo nel weekend del 21 e 24 aprile sul circuito di Monza, nel tempio della velocità dove si è conclusa la scorsa stagione.

E che evoca solo bei ricordi nella mente del talento foggiano. Monza è infatti la pista che lo ha visto trionfare nel 2020 in F4: una vittoria indimenticabile, che Delli Guanti vorrebbe ora bissare proprio nella gara d’esordio del nuovo anno. Per il momento, però, meglio volare basso: “Sinceramente non so ancora cosa aspettarmi dalla nuova stagione - dice -. Molto dipenderà anche dalla monoposto e dalla squadra con cui correrò. Di certo, ho raggiunto un ottimo livello di esperienza in questa categoria, quindi mi sento pronto a fare grandi cose”.

La Formula Regional European Championship by Alpine si preannuncia una categoria molto difficile, nella quale sono sbarcati piloti davvero forti che saranno supportati da team agguerriti e competitivi. Motivo per cui servirà tutto il talento del driver di Vico per ritagliarsi un ruolo da protagonista, e compiere un ulteriore step di crescita: “Anche quest’anno ci sarà molto da lavorare. Spero si possano ottenere degli ottimi risultati”, sottolinea il diretto interessato, che sogna di poter finalmente salire sul podio: “Rappresenta l’obiettivo di ogni pilota - conferma Delli Guanti -. Ci proverò con tutto me stesso, nonostante sia consapevole di quanto sarà complicato riuscire nell’impresa”.

L’ambizione è massima. La grinta, l’impegno e il talento non mancano. Certi risultati però sarà possibile raggiungerli sapendo di avere alle spalle un team forte e competitivo. L’ottavo posto dell’ultima stagione fra i Rookie e i punti collezionati in classifica generale hanno attirato l’attenzione di alcune scuderie. All’orizzonte, dunque, possibili nuove opportunità da vagliare: “Confesso che abbiamo delle trattative in corso con un team in particolare, ma ancora non è stato raggiunto alcun tipo di accordo - .Vedremo cosa succederà più in là. Per ora sono molto grato a mio padre per il massimo impegno profuso per mettermi nella condizione di correre. Sono più che soddisfatto di quello che abbiamo fatto finora, ma posso e devo ancora migliorarmi”.

Delli Guanti mira ad alzare l’asticella. L’avventura alla guida della monoposto del team Monolite è servita per misurarsi con avversari più affermati, ma anche e soprattutto per testare le proprie potenzialità ed esplorare i propri limiti. Sui quali il 18enne foggiano continuerà a lavorare in questi mesi che lo separano dalla nuova stagione agonistica. Il 2022 potrebbe diventare quello della definitiva consacrazione: “L’augurio che mi faccio è di dare il meglio di me stesso e di divertirmi - chiosa Delli Guanti -. Potrebbe essere il mio ultimo anno in Formula by Alpine, e per questo sono molto motivato a sfruttare il mio talento per cercare di ottenere il massimo”.
Ancora qualche mese, poi si alzerà il sipario sulla nuova Formula 3: si partirà con tre test pre-stagionali, prima di sbarcare a Monza e cominciare a fare sul serio.

Fabio Trallo