Covid-19, sono 39 i pazienti ricoverati al Policlinico di Foggia: "In Rianimazione tutti no-vax"

Sanità di Capitanata
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Relativamente al Report sulla situazione dei pazienti Covid-19 ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia dall’ospedale specificano che al 3 dicembre “risultano ricoverati 39 pazienti Covid”.

Questo dato in valore assoluto “è in diminuzione da quando la campagna vaccinale ha raggiunto una larga fetta della popolazione (a marzo 2021 i ricoverati erano 180, ad aprile 190, a maggio 123, ad agosto 40…), a maggior ragione se si valuta che in quei momenti della pandemia i casi Covid venivano ricoverati anche presso gli ospedali della Asl/Fg e presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo”.

“Da settembre tutti i casi Covid della provincia di Foggia sono esclusivamente ricoverati presso il Policlinico Riuniti rendendo, quindi, evidente il dato della riduzione dei ricoveri”.

“Inoltre, c’è da considerare che a oggi dei sei pazienti ricoverati in Rianimazione, cinque non sono vaccinati, uno non ha completato il ciclo vaccinale (una sola dose) e uno risulta vaccinato con doppia dose con necessità di ricovero in reparto intensivo per comorbilità pregresse. Pertanto, considerando il motivo di ricovero di quest’ultimo, non ascrivibile a sintomatologia da Covid, si evince che il 100 per cento dei ricoverati in Terapia Intensiva con sintomi riferibili al Covid risulta non vaccinato”.

“I 14 pazienti vaccinati ricoverati presso reparti a bassa-media intensità di cura (Malattie Infettive, Pneumologia) vanno rapportati all’87,4 per cento della popolazione regionale over 12 che ha completato il ciclo vaccinale e, dunque, i restanti 19 pazienti ricoverati non vaccinati vanno considerati in relazione al 12,6 per cento della popolazione che non ha completato il ciclo vaccinale e quindi immunizzata”.