Policlinico di Foggia, il Rotary dona apparecchio per test anti-Covid

Sanità di Capitanata
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Mercoledì 1 dicembre, alle ore 12:00 presso la direzione generale del Policlinico Riuniti di Foggia, si terrà la cerimonia ufficiale di consegna in dono al presidio ospedaliero

da parte del Distretto Rotary International 2120 di una modernissima apparecchiatura che permetterà di effettuare tamponi rapidi molecolari anti Covid a rilevamento ad acido nucleico, implementando il numero di attrezzature analoghe già in dotazione al Policlinico.

Alla cerimonia di donazione parteciperanno il direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia Vitangelo Dattoli, il Governatore del Distretto Rotary International 2120 Gianvito Giannelli e il presidente della Commissione distrettuale per la Fondazione Rotary Vincenzo Sassanelli.

L’apparecchio, chiamato Cpa, è uno strumento polifunzionale che nel caso Covid effettua un duplice test immunocromatografico in vitro qualitativo per la rilevazione di antigeni del Coronavirus-19 in campioni da tamponi rino-faringei, orofaringei, salivari e aspirati nasali. Cpa è il nuovo sistema di diagnostica molecolare per Point-of-care-test, ha un minimo ingombro (cm 20 x 25 cm H=50 cm) e peso ridotto in modo da essere posto su qualsiasi superficie o mensola. Il suo uso consente di velocizzare al massimo i tempi dei test.

Il Distretto Rotary 2120 per la Puglia e la Basilicata ha ricevuto da Usaid, agenzia Usa per lo sviluppo internazionale e per il tramite della Rotary Foundation, un finanziamento utilizzato per l’acquisto di quattro apparecchi per il test rapido molecolare anti Covid Poct con i kit di partenza donati all’ospedale di Tricase, all’ospedale Irccs di Castellana Grotte e al Policlinico Riuniti di Foggia.