Rifiuti per strada e non scaricati, Cislaghi: “Ager e Amiu diano spiegazioni su cosa sta realmente accadendo”

Affari e Rifiuti
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Sempre più spesso sui social e non solo vengono rivendicate situazioni disastrose, a volte drammatiche, a riguardo delle pessime condizioni in cui riversa Villaggio Artigiani sempre più sporco e dove i rifiuti differenziati, soprattutto cartoni e imballaggi, sono abbandonati al fianco dei cassonetti stradali. Senza considerare poi gli odori sgradevoli avvertiti quando ci si avvicina all’impianto di biostabilizzazione di Foggia, impianto TMB di Passo Breccioso, vuoi per la fila di camion carichi di rifiuti in attesa da ore sotto il sole o vuoi per i rifiuti che fuoriescono dai locali di lavorazione.

Alle ore 10,30 ha scaricato un camion del nord Gargano in attesa dalle 5 del mattino mentre altri camion carichi di rifiuti sono in attesa dalle 7 e non hanno idea di quando potranno scaricare e tornare a casa. Qualcosa non va. Qualcosa inceppa il ciclo dello smaltimento anche se tutto sembra a posto perché “i numeri dei rifiuti da smaltire tornano.

“Spiegateci cosa sta accadendo se tutto funziona – commenta a l’Attacco senza giri di parole Giorgio Cislaghi, delegato Ambiente ACLI Provinciali Foggia – non ci sono problemi segnalati di disservizio dell’impianto TMB di passo Breccioso gestito da AMIU Puglia come non ci sono problemi dell’impianto TMB di Bari. L’impianto TMB di Progetto Ambiente che prepara i rifiuti per essere bruciati nell’inceneritore di Borgo Tressanti assicura una capacità di trattamento dei rifiuti pari a 500 tonnellate al giorno e dagli impianti di Foggia e Bari ne dovrebbero arrivare al massimo 350 tonnellate. Quindi non dovrebbero esserci problemi nella gestione dello smaltimento dei rifiuti ma invece i problemi ci sono, purtroppo”.

L’impianto TMB di Passo Breccioso ha vuoti anche i locali adibiti allo stoccaggio dei rifiuti differenziati come carta e plastica ma in città, e in particolare al Villaggio Artigiani, i cassonetti dei rifiuti differenziati sono stracolmi senza una spiegazione plausibile perché se per motivi sconosciuti è rallentato il ciclo dei rifiuti indifferenziati dovrebbero esserci più mezzi disponibili per svuotare i cassonetti dei rifiuti differenziati ma questo non avviene.

“Ci sono i camion della provincia in attesa di scaricare – continua Cislaghi – oggi danno priorità a Foggia, nel frattempo si creerà una mini emergenza in provincia. Così bloccheranno il capoluogo e ridaranno priorità alla provincia. Ma non se ne esce così. Forse la spiegazione va cercata nel contenzioso tra AGER e la proprietà dell’inceneritore perché lo scorso anno a fronte di una autorizzazione a bruciare 135.000 tonnellate di rifiuti ne sono stai conferiti ‘solo’ 103.000 tonnellate”.

“Non è che si fanno arrivare all’inceneritore di Borgo Tressanti altri rifiuti per colmare la differenza e azzerare il contenzioso? Non è che per questo ci sono problemi? Da dove arrivano questi rifiuti in più caro Grandaliano? Una sola cosa è certa, ci sono dei problemi di gestione del ciclo dello smaltimento, problemi aggravati dal fatto che l’impianto di TMB di passo Breccioso non ha in uso la discarica di servizio e soccorso anche se a breve distanza dall’impianto, nell’area dove è stata costruita, è visibile dal 2019 il cartello che segnala l’inizio dei lavori per risolvere i problemi riscontrati nella sua realizzazione. E la puzza che esce dall’impianto TMB di Passo Breccioso dimostra che ci sono altri problemi causati dall’accumulo dei rifiuti perché vuol dire che l’impianto di filtraggio dell’aria non riesce a trattenere i miasmi provocati dall’accumulo dei rifiuti”.

“È l’impianto di filtraggio che ha problemi o è la quantità di rifiuti accumulata che è eccessiva? Quanti rifiuti è autorizzato ad accumulare l’impianto TMB gestito da AMIU Puglia e per quanto tempo? L’impianto TMB foggiano funziona ma non può conferire rifiuti alla Marcegaglia perché satura. La Marcegaglia ne accetta 500, mentre Foggia e Bari autorizzati 350 al giorno. Dovrebbero avanzarne 150. E allora come fa ad essere saturo? Da dove arrivano i rifiuti in più – rimarca con forza Cislaghi –. Come si a tenere l’impianto TMB di Foggia pieno a quel livello. Se sento puzza significa che l’impianto di areazione è insufficiente”.