Energia elettrica da fonte solare, progetto dell’ASP Zaccagnino presentato alla Provincia per autorizzazione

Energia
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

A gennaio di tre anni fa, il Consiglio di Amministrazione dell’ASP Zaccagnino volle individuare una azione che potesse contribuire,

per quelle che sono le possibilità dell’Ente, a potenziare le iniziative in grado di contrastare l’innalzamento delle temperature.

Il C.d.A. fece scaturire un indirizzo specifico al Direttore Generale ed all’Ufficio Tecnico Agricolo, inteso ad individuare una porzione dei fondi aziendali che potessero essere destinati a produrre energia elettrica da fonte solare.

Esperiti i necessari approfondimenti e sulla base di attente valutazioni tecniche, vennero così individuati “i terreni idonei ad installare pannelli fotovoltaici, delimitando una superficie di circa ottantacinque ettari in agro di San Severo, località Motta dei Perastri: una estensione certamente significativa dal punto di vista della produzione di energia da fonte solare, consentendo l’installazione di un impianto che potesse “avere i numeri minimi” per la sostenibilità economica dell’investimento, indubbiamente meno importante sotto il profilo della produzione agricola, per l’ubicazione, per le caratteristiche del terreno, per la destinazione consolidata nei piani colturali aziendali”.

Alla gara, espletata in circa novanta giorni da marzo a maggio 2019, parteciparono due gruppi multinazionali specializzati nelle energie rinnovabili, entrambi con impianti realizzati e gestiti in diversi continenti: ad aggiudicarsela fu la Baywa r.e., società bavarese già operante anche nella nostra provincia, con un’offerta per ettaro di 3.123 euro (rispetto all’importo di 2.500 euro a base d’asta). “La somma derivante dalla costituzione del diritto di superficie, quindi, consentirà all’ASP di conseguire, per tutti i trenta anni di durata del rapporto contrattuale, un rendimento che la conduzione agricola ordinaria non può affatto raggiungere, apportando così indubbi vantaggi economici e gestionali all’Azienda”, commenta la commissaria straordinaria Patrizia Lusi.

Il progetto relativo all’impianto è stato predisposto e presentato alla Provincia di Foggia ai fini del rilascio del Provvedimento Autorizzativo Unico Regionale (in sigla P.A.U.R.), e si attendono gli esiti della apposita conferenza dei servizi, da poco convocata.

“L’ASP Zaccagnino, in fin dei conti, con la concessione di una esigua parte dei propri terreni per la realizzazione di un impianto fotovoltaico, ha inteso proporre un calibrato intervento, pienamente rispettoso dello spirito e della lettera delle disposizioni di legge, in certo qual senso antesignano di quella “transizione ecologica” che oggi è uno degli obiettivi primari del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.