“Non ho nessuna necessità e voglia di replicare”, aveva dichiarato a l’Attacco il sindaco di San Marco in Lamis, Michele Merla. Ma poi, prima di chiudere il telefono, aveva “sbottato” lasciandosi andare ad una dichiarazione quantomeno scomposta, se non altro per il ruolo istituzionale che riveste. “Quello di Libera – aveva chiosato il primo cittadino – è un sondaggio che non ha alcuna validità scientificità, che viene pubblicato buttando merda su una classe di giovani sammarchesi”.

Se il viaggio a Roma di Michele Emiliano, recatosi al confronto con Letta per perorare la causa delle civiche pugliesi è stato enfatizzato, nella realtà dei fatti il punto di partenza resta tale e quale a parte teorie e intendimenti. Più nello specifico si dovrà attendere Ferragosto per conoscere la reale griglia di partenza e la ripartizione delle candidature nei collegi che dovrebbero riservare almeno un posto al braccio destro del governatore Stefanazzi e forse un posto per l’assessora regionale all’Istruzione Sebastiano Leo.

Altri articoli...