È originario di Torremaggiore il migliore ricercatore in endocrinologia d'Italia

Impresa
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
Si chiama Luigi Barrea, originario di Torremaggiore, lo scienziato italiano under 40 a cui è stato assegnato il più importante premio italiano per i giovani ricercatori nel campo endocrinologico e metabolico. Stiamo parlando del Premio SIE 40 della Società Italiana di Endocrinologia (SIE).
Si chiama Luigi Barrea, originario di Torremaggiore, lo scienziato italiano under 40 a cui è stato assegnato il più importante premio italiano per i giovani ricercatori nel campo endocrinologico e metabolico. Stiamo parlando del Premio SIE 40 della Società Italiana di Endocrinologia (SIE).

Barrea è già professore associato in Scienze e Tecniche Dietetiche Applicate (Settore MED/49 SSD 06/D2 Endocrinologia, Nefrologia e Scienza dell'Alimentazione), Dottore di Ricerca in Scienze dell'Alimentazione e Nutrizione e Specialista in Scienza dell'Alimentazione presso il Centro di Eccellenza dell'obesità accreditato dalla SIO (Società Italiana per l'Obesità) e dall'EASO (Associazione Europea per lo Studio dell'Obesità) al II Policlinico di Napoli Federico II, UOC di Endocrinologia diretta da Annamaria Colao, Prof.ssa di endocrinologia al Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia Università Federico II di Napoli e Cattedra Unesco %u2018Educazione alla Salute nonchè prima donna a essere eletta presidente dell'European Neuroendocrine Association (ENEA), e la prima a ricevere il Geoffrey Harris Award 2020, premio per il miglior neuroendocrinologo d'Europa.

Barrea ha ricevuto il premio durante il 41° Congresso Nazionale della Società Italiana di Endocrinologia (SIE) e durante l'evento ha tenuto una Lectio Magistralis sull'influenza della nutrizione sugli assi endocrini nel paziente con obesità. "L'obesità infatti, nella sua patogenesi, riconosce complesse interazioni tra fattori genetici e ambientali, da cui dipendono spesso anche alterazioni delle funzioni endocrine e metaboliche e dove la nutrizione svolge un ruolo fondamentale non solo nella riduzione del peso ma anche, e soprattutto, nel ripristino della funzionalità endocrina senza ricorrere, in alcuni casi, alla terapia farmacologica", ha spiegato il Prof. Luigi Barrea.

"È un grande onore per me ricevere questo prestigioso premio. È un riconoscimento importante per tutti i giovani ricercatori che si dedicano, con abnegazione, alla ricerca scientifica spesso sacrificando anche la loro vita privata".