Galà de l'Attacco, le foto della serata al Wasabi

Di solito si dice bagno di folla. A noi piace di più definirlo un bagno d’affetto. In tantissimi, oltre 250 presenti al Galà de l’Attacco e altrettanti che con un messaggio hanno manifestato la loro vicinanza all’iniziativa e a quella che il Governatore Michele Emiliano ha definito la squadra formidabile guidata da Piero Paciello.

Ed è stato proprio il video messaggio del Presidente della Regione ad aprire la serata, mentre in tantissimi riempivano le sale e l’esterno del Wasabi cafè che ha ospitato la serata. L’arrivo degli auguri del Presidente ha stravolto la scaletta perché non si è trattato dell’apprezzato messaggio di circostanza, ma di una condivisione piena del significato dell’iniziativa. Delle sue motivazioni e finalità. “O si cambia o si muore, bellissima iniziativa per modificare, inventare un nuovo modo di essere quotidiano, soggetto di una comunità che si evolve”.

Nelle parole di Emiliano il senso di quello che lui stesso ha definito un galà dell’innovazione nella comunicazione giornalistica, dando merito al direttore Piero Paciello “che guida questa squadra formidabile”. “Sono certo – ha aggiunto Emiliano – che il successo coronerà questa serata bellissima e che l’Attacco dimostrerà il suo ruolo nella società pugliese e nel riscatto di una città”.

L’attenzione del Presidente ha per noi questa valenza, certifica cioè ancor di più il ruolo del quotidiano nella società pugliese. Va a saldare un legame che già è stato avviato in precedenza con una finestra quotidiana sul cartaceo a cura di Onofrio D’Alesio, responsabile anche delle due edizioni quotidiane del tg web.

Uno fra i nuovi prodotti editoriali presentati durante la serata, che è davvero un nuovo corso del giornale, come l’ha definito il Rettore Pierpaolo Limone nel suo video messaggio, facendo i suoi auguri a “un nuovo corso ancora più multimediale e interattivo, a questo sistema nuovo che si sta costruendo con questa iniziativa editoriale. Credo che nella complessità della società contemporanea i giornali in tutte queste forme e articolazioni digitali abbiano sempre più importanza nel creare approfondimenti che permettano a tutti noi di leggere la realtà in cui viviamo”.

Il legame con Bari attraverso il Presidente – ma anche con Roma e Bruxelles attraverso i numerosi esponenti presenti – e quello con l’Università, sia tramite le parole del Rettore che con la rappresentanza dell’Università a suggellare questo ruolo del giornale, nella società pugliese e nel riscatto di una città, come ha ben colto Emiliano. Ci onora sottolineare che le presenze, quelle oltre 250 persone che hanno trascorso la serata ad ascoltarci, rappresentano la parte che più incide nella società. Dai Sindaci, ai rappresentanti delle Istituzioni e forze dell’ordine, fino allo stato maggiore della sanità. Ma ancora sindacati, organizzazioni di categoria, imprenditori, mondo della cultura, ordini professionali.