Amerigo Vespucci, 91 anni fa il varo della nave più bella del mondo: fu progettata da un ingegnere foggiano

Storie
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

E’ stato varato il 22 febbraio 1931, quindi 91 anni fa, l’Amerigo Vespucci, il veliero della Marina Militare italiana, considerata una delle navi più belle del mondo.

Costruita e allestita dal Regio cantiere navale di Castellamare di Stabia, continua da allora a solcare i mari. Non tutti sanno, però, che l’ingegnere progettista è stato il foggiano Francesco Rotundi.

Nato nel capoluogo dauno il 10 luglio 1885, è stato un ufficiale della Regia Marina. Si iscrisse alla sezione Fisico-Matematica dell'Istituto Tecnico “Pietro Giannone” di Foggia e, si dice a seguito di una gita scolastica a Manfredonia per visitare le navi da guerra ancorate in quel porto, ben presto la sua idea dominante fu quella di dedicarsi alla costruzione di navi.

Dopo il diploma frequentò la Scuola Superiore Navale di Genova, poi si laureò in ingegneria navale e meccanica. Entrò in Marina come tenente del Genio e fu destinato all'arsenale di Venezia.