Cerignola, furto da 4mila euro al Cup: Asl valuta solo pagamento elettronico per sportelli più a rischio

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

La notte scorsa si è verificato un nuovo furto al Cup del Poliambulatorio di Cerignola. Sconosciuti hanno manomesso la cassaforte con circa 4mila euro e provocato ingenti danni agli arredi.

Negli ultimi due mesi è il terzo episodio del genere: prima è stato scassinato il Cup di Stornarella poi, un mese fa, ancora quello di Cerignola.

Per tale ragione, la Direzione strategica della Asl Foggia, in sinergia con Sanitaservice, intende predisporre un piano di riorganizzazione delle attività di pagamento in tutte le casse Cup aziendali.

Una riprogrammazione oggi possibile grazie alla conclusione delle attività di allestimento della rete dei Pos in tutti gli sportelli Cup aziendali.

Da lunedì 8 agosto, infatti, presso gli sportelli Cup dell’intero territorio provinciale sarà operativo il pagamento elettronico del ticket per le prestazioni sanitarie con carte di credito e bancomat, senza commissioni e costi aggiuntivi.

Partirà nei prossimi giorni una campagna di comunicazione aziendale per sensibilizzare, anche con il supporto delle associazioni, le comunità all’uso esclusivo della moneta elettronica. Questo, per la sicurezza degli operatori e degli utenti e a tutela delle strutture aziendali, spesso oggetto di danneggiamenti e vandalismi.

Contemporaneamente, sarà avviata una analisi delle tipologie di pagamento per ogni singola sede Cup: gli sportelli che risulteranno maggiormente a rischio saranno adibiti al solo pagamento elettronico.