Quattro arresti tra Torremaggiore, Apricena e Poggio Imperiale

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

A Torremaggiore i Carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione a un ordine di esecuzione per la carcerazione nei confronti di un 26enne del luogo responsabile di furto aggravato ed estorsione.

Il soggetto è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia. Il provvedimento è stato emesso dall’ufficio esecuzioni penali presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia.

Ancora a Torremaggiore i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Severo hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino marocchino. In particolare, i militari operanti riuscivano al termine di una colluttazione a bloccare l’uomo che, pochi istanti prima, all’interno di una delle piazze più gremite di quel centro aveva dato in escandescenza scagliandosi contro diverse auto in marcia.

L’intervento dei militari evitava così danni alla circolazione stradale e nefaste conseguenze anche per l’incolumità dell’arrestato. Il soggetto, infine, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Ad Apricena, poi, i Carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 19enne di Manfredonia che, già sottoposto agli arresti domiciliari in Comunità, si era reso più volte responsabile del reato di evasione. Il soggetto è stato così tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Foggia – Ufficio di Sorveglianza.

Sempre ad Apricena i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino marocchino per il reato di lesioni personali aggravate. In particolare il soggetto, al culmine di un’accesa discussione con la propria compagna, decideva di aggredirla sferrandole un violento colpo allo stomaco, dopodiché le metteva le mani al collo minacciandola di gettarla giù dal balcone. L’intervento dei militari evitava, così, conseguenze peggiori. L’arrestato veniva, infine, tradotto agli arresti domiciliari presso un’abitazione ovviamente diversa da quella del luogo del reato.

A Poggio Imperiale, infine, i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti per far desistere un soggetto dai propri intenti suicidari: in particolare l’uomo, un 25enne foggiano, all’esito di una relazione sentimentale finita male si era recato su di un ponte per gettarsi nel vuoto. I militari operanti sono riusciti così a far tornare sui propri passi il soggetto e ad affidarlo alle cure dei sanitari del 118.