Serracaporiola, tre arresti dei Carabinieri. Sequestrata piantagione di cannabis

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

A Serracapriola i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a militari dello Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori Puglia, hanno individuato una coltivazione di cannabis dalle importanti dimensioni: ben 501 le piante rinvenute per un peso complessivo di 140 kg, sequestrato a carico di ignoti e che sul mercato avrebbe potuto generare introito pari a circa 150mila euro.

Sempre a Serracapriola i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un giovane cittadino gambiano. In particolare il soggetto aveva danneggiato gli arredi di un esercizio commerciale del posto e aveva, poi, aggredito il personale della polizia locale che era intervenuto. Il soggetto è stato tradotto presso Casa Circondariale di Foggia.

Ancora a Serracapriola i Carabinieri, unitamente ai militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Severo, hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino bulgaro per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. In particolare il soggetto, rientrato a tarda notte presso la propria abitazione, ha aggredito la propria compagna attraverso l’utilizzo di un corpo contendente, causandole un trauma cranico. Il soggetto, infine, è stato tradotto presso Casa Circondariale di Lucera.

Infine a Serracapriola i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne di San Severo per il reato di maltrattamenti in famiglia. In particolare, i militari operanti sono riusciti a bloccare il soggetto mentre colpiva a calci e pugni l’anziano padre scongiurando così conseguenze peggiori al malcapitato anziano. Il soggetto, infine, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia.