Scritte no vax su porta Agenzia della Entrate a Padova, denunciato anche un 37enne di Foggia

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

I carabinieri hanno colto sul fatto e hanno denunciato i due autori delle scritte comparse nella notte scorsa sui muri e nella porta di ingresso dell’Agenzia delle Entrate di Padova.

Si tratta di un 36enne di Faenza (Ravenna) e un 37enne di Foggia, sorpresi mentre stavano ancora imbrattando con vernice acrilica i muri perimetrali e le vetrine degli uffici.

I due sono stati denunciati per danneggiamento, deturpamento, imbrattamento e vilipendio. Per loro è in corso di valutazione da parte della Questura l’emissione di provvedimenti amministrativi di competenza.

Si indaga anche sulle eventuali connessioni con la comparsa di altre analoghe scritte sui perimetri della Facoltà di Biologia, Matematica e di Azienda Zero, che sono state imbrattate con scritte minacciose come “I vax uccidono”, “Il vero virus è il Nazismo” e “Zaia carnefice nazista”.

(fonte: Ansa)