Trinitapoli, Pellegrini: “Chi non contrasta il tentativo di intromissione delle mafie nella Pubblica Amministrazione diventa loro complice”

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

“La decisione del Ministero dell'interno di sciogliere anche il consiglio comunale di Trinitapoli, per infiltrazioni e condizionamenti della criminalità organizzata, evidenzia, da un lato, la forte pressione delle mafie sulla Pubblica Amministrazione e, dall’altro, la grande attenzione e prontezza di intervento da parte delle istituzioni centrali nonchè il grande lavoro degli inquirenti presenti sul territorio”.

A parlare è il Senatore Marco Pellegrini (M5S), capogruppo del movimento 5 Stelle in Commissione parlamentare Antimafia, che ha commentato così il provvedimento del Ministero dell’Interno in merito al Comune di Trinitapoli. “Abbiamo il dovere istituzionale, civico e morale di contrastare tentativo sempre più aggressivo di intromissione della criminalità nella gestione della cosa pubblica. Chi non lo fa diventa, fatalmente, loro complice”.