Lamorgese a Foggia, F.S.P. Polizia Foggia soddisfatta: “Lo Stato c’è, abbiate fiducia”

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

La F.S.P. Polizia Foggia guarda “con favore e fiducia” la presenza a Foggia del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il Capo

della Polizia Lamberto Giannini, il Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho ed altre alte cariche dello Stato e delle Forze dell’Ordine.

“Consideriamo la presenza a Foggia del Ministro, del Capo della Polizia e di tutte le altre rappresentanze dello Stato - afferma il Segretario Generale Provinciale F.S.P. Foggia Giovanni Consalvi - un primo passo importante per il futuro della città di Foggia e di tutta la Capitanata”.

Secondo la F.S.P. Foggia, questo è un segnale forte che lo Stato dà a questo territorio martoriato dalla criminalità, ricevendo una concreta risposta anche da parte dello stesso che ieri, alla presenza della Commissaria straordinaria per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura Giovanna Cagliostro, alcuni commercianti ed imprenditori, che hanno denunciato i loro estorsori, hanno presentato la neo nata Associazione Antiracket .

“Da tempo questa O.S. chiede maggiore attenzione dello Stato per il nostro territorio e, più volte, ha chiesto un concreto intervento ed assegnazione di uomini e mezzi - continua Consalvi – per affrontare l’emergenza criminalità della Capitanata”.

Già tempo addietro la federazione sindacale, all’indomani degli omicidi avvenuti in San Severo, anche con l’intervento della Segreteria Nazionale, ha chiesto con forza un decisivo intervento dello Stato, sollecitando l’invio di mezzi e uomini, per accrescere una pianta organica, già di per sè deficitaria, ulteriormente penalizzata dai poliziotti man mano andati in quiescenza.

Con la promessa del Ministro Lamorgese, che ha assicurato l’invio di altri poliziotti “sicuramente non si risolve l’annoso problema della mancanza di personale – dichiara il Segretario Generale – ma è di certo un grande passo avanti. Ci auguriamo che i 50 poliziotti promessi arrivino al più presto ed in aggiunta a quelli già previsti negli imminenti trasferimenti”.

Come sindacato di Polizia, “ci sentiamo di assicurare ai cittadini la certezza del dinamismo di uno Stato che dà motivo, ancor di più, di essere fiduciosi nelle Istituzione e nella Polizia di Stato”.

La segreteria provinciale F.S.P. Polizia Foggia auspica che dopo la venuta a Foggia dei rappresentanti dello Stato, ci sia anche la classe politica locale a fare la sua parte “ora ci auguriamo – chiosa il Segretario Consalvi – che anche i politici locali e regionali prendano coscienza che per combattere la criminalità, oltre alla repressione, ci vuole prevenzione e questa la si può fare soprattutto creando nel territorio possibilità di sviluppo, creando opportunità lavorative per le nuove generazioni, sottraendole, in tal modo, alla possibilità concreta di diventare manodopera per la criminalità, che promette soldi facili a chi purtroppo non vede un futuro roseo”.