Apricena, scovata piazza di spaccio per giovanissimi: un arresto, una denuncia e una segnalazione

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

A seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini - che avevano segnalato un sospetto andirivieni di giovani, in qualsiasi orario, in via Vostok ad Apricena - i carabinieri della locale stazione hanno accertato che i giovani che frequentavano la zona erano assuntori di sostanze stupefacenti e che lì un giovane, con precedenti specifici, aveva avviato una fiorente attività illecita.

Pertanto i carabinieri di Apricena e di San Severo hanno posto in essere un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti con diverse perquisizioni personali e domiciliari e con posti di controllo nelle zone maggiormente esposte al fenomeno.

In particolare, nel corso dell’appiattamento in via Vostok i militari, che in abiti civili e con autovetture di copertura avevano circondato la zona, hanno aspettato l’arrivo di alcuni assuntori per far scattare il loro blitz.

Così, all’arrivo di un’autovettura dalla quale erano scesi tre giovani che avevano bussato alla porta del sospettato, i militari si sono palesati irrompendo nell’abitazione del giovane, classe ‘94, già noto agli operanti, nella cui disponibilità è stato trovato materiale per il confezionamento dello stupefacente, circa 13 grammi di hashish suddiviso in dosi e oltre 400 euro in banconote di piccolo taglio.

All’interno dell’abitazione sono stati identificati due fratelli, uno dei quali in possesso di otto dosi di hashish le cui modalità di confezionamento erano identiche a quelle detenute da giovane. Alla luce di quanto riscontrato i carabinieri hanno denunciato il primo alla Procura delle Repubblica di Foggia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e segnalato il secondo, quale assuntore, alla Prefettura di Foggia per i provvedimenti di competenza.

Un terzo giovane, classe ‘96, che si era dato alla fuga non appena aveva visto i carabinieri, è stato inseguito e fermato: nella sua disponibilità sono stati rinvenuti due bilancini di precisione e oltre 110 dosi di hashish per un peso complessivo di circa 90 grammi. Il giovane è stato arrestato e condotto ai domiciliari.

Al termine dell’udienza di convalida il Giudice del Tribunale di Foggia, confermato l’arresto, ha applicato al giovane la misura cautelare degli arresti domiciliari.