Pedopornografia online, arrestato pugliese creatore del canale a pagamento. In manette anche un prete

La Nera
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

C'è un 18enne pugliese tra le tre persone arrestate dalla Polizia postale di Torino nell'ambito di una indagine sulla pedopornografia online.

Si tratta del presunto creatore del canale a pagamento oggetto dei primi accertamenti degli investigatori, un ragazzo all'epoca dei fatti minorenne.

E' uno studente della provincia di Bari, finito in carcere con l'accusa di detenzione e diffusione di ingente quantità di materiale pedopornografico.

Sarebbero migliaia i file dai contenuti definiti "raccapriccianti" dagli inquirenti, che in alcuni casi ritraevano vere e proprie violenze sessuali in danno di bambini in tenera età, sono stati sequestrati dalla polizia postale nell'ambito dell'operazione 'Meet up' diretta dalla procura di Torino che ha portato all'arresto, tra gli altri, del direttore della Caritas diocesana di Benevento don Nicola De Blasio.

Con il prete sono stati arrestati anche un tecnico informatico 37enne residente in Piemonte e il creatore del canale a pagamento, all'epoca dei fatti minorenne, che sfruttava una nota piattaforma di messaggistica per diffondere il materiale.

Il materiale pedopornografico veniva divulgato previo pagamento di una somma di denaro che abilitava all'iscrizione al canale. Nell'operazione sono 26 le persone indagate nei confronti delle quali sono stati eseguiti altrettanti decreti di perquisizione.