Maltrattamenti su anziani, Galante: “Presenteremo proposta di legge per Unità di Valutazione Interna nelle RSA”

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Quanto accaduto nella RSA di Manfredonia non può passare sotto silenzio. Sono indispensabili controlli periodici sulle strutture per verificare che continuino a possedere i requisiti necessari per l’accreditamento, di personale, organizzativi e strutturali”.

Lo afferma in una nota il capogruppo del M5S alla Regione Puglia Marco Galante, che chiede di audire in Commissione Sanità i direttori dei Dipartimenti di Prevenzione delle Asl, cui spetta il compito di verificare i requisiti delle RSA accreditate, e una relazione con gli esiti delle verifiche fatte negli ultimi due anni.

“Ritengo anche che sia il caso di prevedere colloqui periodici degli operatori con gli psicologi e di istituire una Unità di Valutazione Interna che sia composta anche dai parenti degli assistiti, che in questo modo potrebbero relazionarsi quotidianamente con gli operatori sanitari. Un emendamento che avevo presentato nella scorsa legislatura in sede di discussione della legge sulle RSA e che ripresenterò come proposta di legge”.

“Il mantenimento di determinati requisiti è indispensabile per tenere aperte le strutture e per la sicurezza di pazienti e operatori, in alcuni casi sottoposti a livelli altissimi di stress, a fronte di contratti bassissimi”.

“Serve la massima attenzione - continua Galante - sia da parte dei gestori delle RSA che da parte delle Asl e della Regione. In questo caso a far partire le indagini è stata una denuncia anonima, segno che il sistema dei controlli ha fallito. E ognuno deve assumersi le proprie responsabilità a tutti i livelli”.

“Bisogna investire sui corsi di formazione degli operatori che hanno a che fare con i pazienti con patologie neurodegenerative e verificare che vengano realmente fatti. Serve agire subito per evitare che simili episodi possano ripetersi. Il nostro compito è quello di tutelare e proteggere le persone più fragili”.