La compagnia Bottega degli Apocrifi riconosciuta dal Ministero della Cultura tra i beneficiari del FUS

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

La compagnia Bottega degli Apocrifi è stata riconosciuta dal Ministero della Cultura tra i beneficiari del FUS (Fondo Unico dello Spettacolo) per il triennio 2022-24.

Giovedì 14 luglio è stato pubblicato sul sito del Ministero della Cultura il Decreto Direttoriale che contiene l’elenco delle imprese di produzione teatrale, dei Centri di produzione teatrale, dei Circuiti regionali, dei Festival, dei Circuiti regionali multidisciplinari, degli Organismi di programmazione multidisciplinari, dei Festival multidisciplinari e delle Fondazioni e Accademie, ammessi a finanziamento FUS per il triennio 2022-24. Tra questi la compagnia Bottega degli Apocrifi risulta ammessa tra le prime istanze triennali.

Si tratta di una notizia lungamente attesa per la Compagnia e che giunge a riconoscimento della qualità artistica del lavoro di produzione e di azione sul territorio, frutto di una complessa progettazione triennale e annuale presentata al Ministero a inizio 2022.

La buona notizia porta con sé un’opportunità importante per il Teatro Comunale “Lucio Dalla” che - grazie al riconoscimento ministeriale della compagnia che ne cura la gestione - da oggi diventa beneficiario di Art bonus, ovvero ha la possibilità di ricevere contributi dalle imprese (che usufruiranno di credito d’imposta parti al 65% del contributo erogato) per l’ottimizzazione degli spazi e per l’attività culturale che si svolge al loro interno. All’Art bonus, infatti, possono accedere Istituti di cultura pubblici, Teatri storici ascritti nel Patrimonio dei beni Culturali e imprese private riconosciute dal FUS. È così che un riconoscimento importante per un’impresa privata diventa occasione preziosa per uno spazio pubblico e per l’intera Comunità.