Troia Teatro Festival, De Leonardis (FdI): “Emiliano abbandona il Subappennino”

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

“La fine delle restrizioni legate alla pandemia ha indubbiamente permesso la ripartenza di tante e rinomate manifestazioni su tutto il territorio regionale. Tuttavia non è così per tutti, dato che esistono eventi di rilievo culturale su cui siamo costretti a registrare il disinteresse di Emiliano e che, peraltro, già avevano subito uno stop prima dell’emergenza Covid”.

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giannicola De Leonardis, interviene sul Troia Teatro Festival, tredici edizioni fino al 2018 dedicate a spettacoli teatrali e concerti musicali.

“Una pregevole manifestazione che ha riscosso successo anche a livello nazionale con decine di copioni arrivati da tutta Italia nell’ultima edizione andata in scena. Un festival che, al di là della valenza culturale, era anche una opportunità per il territorio sotto il piano dell’impegno profuso da tanti giovani per lavorarvi edizione dopo edizione – spiega De Leonardis che conclude chiedendo al presidente Emiliano – Di attivarsi affinché il governo regionale contribuisca alla rinascita del Troia Teatro Festival e di farlo rapidamente. Perché già a partire da quest’anno la kermesse possa tornare ad essere uno dei fiori all’occhiello in ambito culturale per la Capitanata e nel panorama regionale e nazionale”.