Unione Cinque Reali Siti, si punta alla rigenerazione urbana

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

L'Unione dei Cinque Reali Siti punta alla riqualificazione urbana del territorio.

Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella stanno partecipando infatti, in forma congiunta, a un bando per la rigenerazione urbana. I quattro Comuni dei 5 Reali Siti, che singolarmente contano meno di 15mila abitanti, concorrono insieme, mentre Orta Nova, che ne conta 18mila ed è guidata da Mimmo Lasorsa, si è mossa singolarmente per riqualificare la villa comunale.

I cinque Comuni puntano a usufruire dei contributi previsti dalla legge di bilancio per investimenti in progetti di rigenerazione urbana e decoro, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del tessuto sociale e ambientale.

Carapelle ha candidato tre aree, tra cui tra via Berlinguer e via Dalla Chiesa. Il paese guidato da Umberto Di Michele ha candidato anche il progetto di rigenerazione del campo da calcio e annesso spogliatoio, oltre a un'area verde nei pressi del quartiere l’Unitaria.

A Ordona la sindaca Adalgisa La Torre ha pensato di riqualificare il centro sportivo polivalente e soprattutto di costruire in quella zona una piscina comunale.

A Stornarella il primo cittadino Massimo Colia ha progettato la sostituzione della pavimentazione nella villa Comunale e in Largo Mazzini, mentre a Stornara e il sindaco Rocco Calamita ha tenuto conto degli ingressi, biglietto da visita del paese, ma anche della villa comunale.

Soddisfatto il presidente dell'Unione Umberto Di Michele: “Quando i comuni più piccoli collaborano tra loro - ha detto - rafforzano il significato di Unione e hanno un peso specifico maggiore”.