Porto commerciale di Manfredonia solo con permessi, da oggi entra in vigore la nuova ordinanza di viabilità portuale

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Come già anticipato all’inizio del corrente mese, con l’Ordinanza n°01/2022 dello scorso 21 gennaio a firma congiunta del Comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, C.F. (CP) Giuseppe Turiano,

e del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Prof. Avv. Ugo Patroni Griffi, è stata approvato il nuovo Regolamento per la disciplina dell’accesso, della circolazione e della sosta nel Porto Commerciale di Manfredonia.

La firma ha concluso l’intenso lavoro di elaborazione, durato quasi due anni con la partecipazione delle Amministrazioni interessate, necessario per addivenire ad uno strumento di pianificazione sulla viabilità portuale tale da incrementare la sicurezza e contestualmente non comportare danni alle attività commerciali ivi presenti.

In aggiunta, il nuovo Regolamento è stato integrato con una seconda Ordinanza n°07/2022 firmata in data odierna del Comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, C.F. (CP) Giuseppe Turiano, e dal Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Prof. Avv. Ugo Patroni Griffi.

Le Ordinanza sono consultabile nelle apposite sezioni dei siti web dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale e della Capitaneria di Porto di Manfredonia.

Con la nuova versione consolidata, è stato integrato il sistema di segnalamento del dissuasore mobile (cd. PILOMAT), tramite l’installazione di semafori (in entrambe le direzioni) e cartellonistica monitoria. Il sistema sarà sempre attivo sebbene consentirà il transito dei mezzi di emergenza.

Si rammenta che, il titolo di accesso (valevole per transito e sosta) sarà rilasciato dall’Autorità di Sistema Portuale a tutti coloro che, per esigenze connesse allo svolgimento della propria attività lavorativa, hanno necessità di accedere ad una specifica area portuale ad accesso controllato o riservato.

A seconda del motivo della richiesta possono essere rilasciati:
- Permessi permanenti: ai dipendenti di Enti/Pubblica Amministrazione che svolgono servizio in porto, nonché ai dipendenti dei servizi tecnico-nautici del porto (piloti, ormeggiatori, rimorchiatori) ed a quelli delle società incaricate di svolgere servizi di interesse generale sempre in area portuale;
- Permessi annuali e periodici: a coloro che, per motivi connessi allo svolgimento della loro attività lavorativa, debbano accedere all’area portuale per un determinato periodo di tempo non superiore ad un anno;
- Permessi occasionali: a coloro i quali abbiano occasionalmente necessità di accedere con veicolo all’area portuale per un limitato periodo di tempo non superiore alle 24 ore.

Al pari di quanto già accade, il titolo di accesso dovrà essere tenuto sempre esposto in modo ben visibile, all'interno del veicolo, in modo tale consentirne la rapida verifica.