Vince Pintus, perde ancora Canonico

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Il Tribunale di Bari ieri ha disposto il rigetto del ricorso cautelare proposto dal patron rossonero nei confronti di Maria Assunta Pintus e ha stabilito che il presidente dovrà corrispondere al socio di minoranza quanto stabilito in sede di acquisizione delle quote nello scorso luglio. Della serie: o paghi o non sei padrone di niente...

Il recente ricorso cautelare proposto da Canonico nei confronti di Map Consulting srl è stato rigettato con ordinanza di ieri 23 marzo nella causa Tribunale di Bari R.G. 2028/2022, che ha disposto la revoca del decreto concesso inaudita altera parte emesso il 20 febbraio 2022 e la condanna di Canonico al rimborso delle spese del giudizio.

Nell’ordinanza il Giudice da atto di quanto segue: “Inoltre, il Canonico con la suddetta scrittura privata (confermando l’art. 4.3. del preliminare) ha espressamente assunto l’obbligo di garantire le obbligazioni economiche pattuite nel contratto preliminare, quindi egli è ancora obbligato verso la Map Consulting s.r.l. nel caso di inadempimento della C.N. Sport s.r.l., che appare pacifico in atti, sicché ben può la prima società pretendere dal Canonico il pagamento delle obbligazioni pecuniarie assunte per il trasferimento delle quote societarie in questione…”.