Manfredonia, facciata di Palazzo San Domenico si tinge di lilla in adesione alla Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

L’Amministrazione comunale di Manfredonia guidata da Gianni Rotice, Sindaco di Manfredonia, sempre sensibile ai temi del disagio sociale e delle fragilità, aderisce alla

Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla” che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei sempre più diffusi disturbi del comportamento alimentare (DCA) come anoressia, bulimia, binge eating.

Raccogliendo l’invito della dott.ssa Paola Guerra (biologa nutrizionista), dall’associazione “Mi Nutro di Vita” e della “Cooperativa La Loba - Centro per la cura dei disturbi del comportamento alimentare”, la facciata di Palazzo di Città si illuminerà di lilla per tutta la serata di oggi.

La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, giunta quest’anno alla sua 11^edizione, è stata promossa per la prima volta nel 2012 dall’associazione “Mi Nutro di Vita” (Pieve Ligure – GE).

L’iniziativa parte da un padre, Stefano Tavilla, che ha perso la figlia Giulia a soli 17 anni per bulimia (in lista d’attesa per ricovero in una struttura dedicata) e ricorre il 15 marzo, proprio nel giorno della sua scomparsa.

La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei disturbi del comportamento alimentare (DCA): anoressia, bulimia, binge eating, e tante nuove forme ancora. In Italia sono 3 milioni i giovani che soffrono di questi disturbi. I disturbi della nutrizione e dell’alimentazione sono caratterizzati da un persistente disturbo dell’alimentazione o di comportamenti collegati con l’alimentazione che determinano un alterato consumo o assorbimento di cibo e che danneggiano significativamente la salute fisica o il funzionamento psicosociale.

Il prolungato periodo di lockdown e conseguente forte stress, hanno accentuato il manifestarsi di questi pericolosi disturbi per la salute ed in pochi trovano il coraggio di chiedere aiuto agli specialisti. Proprio per accorciare le distanze, sino a venerdì 18 marzo su prenotazione, "Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." (08811896863 offre attività di info sportello gratuito.