Aiuti a profughi ucraini, dall'alloggio al viaggio in autobus gratis: tante iniziative in Capitanata

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

Si moltiplicano anche in provincia di Foggia le iniziative in favore della popolazione ucraina, colpita dalla guerra.

I cittadini ucraini che vivono a Troia, ad esempio, possono richiamare in Italia parenti e familiari in pericolo a causa della guerra, il Comune offrirà loro vitto e alloggio. “Solidarietà è dare concretezza alle parole e ai sentimenti”, dichiara il Sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, impegnato in queste ore, insieme agli uffici comunali, nella messa a punto del programma di accoglienza e ospitalità.

“Apriamo le porte ai profughi di guerra - aggiunge Cavalieri - nel nostro piccolo abbiamo la possibilità di ospitare parenti e familiari di cittadini ucraini che vivono a Troia. Qui ritroveranno la serenità della pace, vitto e alloggio, ma soprattutto troveranno il calore della famiglia e dell'amicizia”.

Ufficialmente a Troia vivono cinque cittadini ucraini. Sono tutte donne, alcune sposate, e tutte ben integrate nel tessuto sociale e culturale cittadino. Tutte hanno parenti e familiari in Ucraina. “Sappiamo - prosegue il primo cittadino - di una donna ucraina che è stata costretta a ricorrere alle cure mediche per un grave stato di ansia. Non avere notizie dei propri cari, saperli in costante pericolo di vita, in fuga o peggio imprigionati tra bombe e macerie è drammatico, tragico. Non possiamo fermare la follia della guerra, ma possiamo dare aiuto a chi la guerra la subisce”.

Il Comune ha messo a disposizione due numeri di telefono per i primi contatti e per avviare le procedure (0881/978408 - servizi sociali; 333.4329024 - staff del Sindaco).

Biglietti gratuiti per i trasferimenti in bus dei profughi ucraini che arrivano in Italia, invece, è l'iniziativa di MarinoBus, società italiana del trasporto passeggeri su gomma, che risponde così “agli appelli alla solidarietà - si legge in una nota - nei confronti dei cittadini ucraini in fuga dal conflitto che ha investito il loro Paese e che cercano rifugio anche in Italia”.

A chi è fornito di passaporto ucraino, MarinoBus offre gratuitamente la possibilità di viaggiare sui propri automezzi di linea nelle tratte a lunga percorrenza verso Puglia, Campania, Calabria e Basilicata da tutte le città del Centro-Nord Italia servite (Milano, Trieste, Trento, Udine). “Il servizio - dice l'azienda - permetterà così di rendere più semplici i ricongiungimenti dei profughi con i familiari che vivono in Italia o il raggiungimento di luoghi di ospitalità sicuri”.

Il servizio è già attivo prenotando al numero telefonico 080.3112335. L'azienda ha provveduto a comunicare l’iniziativa anche ad alcune delle rappresentanze diplomatiche di Kiev nel nostro Paese perché possano informare dell'opportunità i propri cittadini in ingresso in Italia e assisterli nella fase di prenotazione.

(fonte: Ansa)