Vaccino anti-Covid e anti-influenzale, Lopalco: "Somministrazioni delle dosi nella stessa seduta"

la Bianca
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times

“Il richiamo contro Covid19 deve essere somministrato prioritariamente agli stessi gruppi di popolazione cui va somministrato anche l’anti-influenzale. Anziani e soggetti fragili per patologia”. Lo ha affermato l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco.

“I due vaccini possono tranquillamente essere somministrati nella stessa seduta e questo è il periodo giusto per proteggersi dall’influenza. In questa fase che vede una forte spinta da parte delle regioni ad allargare la base di popolazione cui somministrare il richiamo anti-Covid19, sicuramente i medici vaccinatori non avranno le risorse per chiamare due volte lo stesso paziente nello stesso periodo. Se non si diffonde la pratica della vaccinazione simultanea, la vaccinazione contro l’influenza farà sicuramente la parte della cenerentola. Rischiamo a gennaio e febbraio di avere i pronto soccorso senza Covid19 e con tanta influenza”.

“Un invito dunque a tutti i medici. La pratica della co-somministrazione vaccinale è uno standard in vaccinologia. Lo si fa ai neonati da sempre. Non facciamo di una opportunità una occasione mancata. Sento in giro di teorie fantasiose su intervalli che devono essere rispettati fra i due vaccini qualora non fossero somministrati insieme. Non esiste alcuna raccomandazione in tal senso. Se faccio il vaccino anti Covid19 oggi, l’antinfluenzale posso farlo anche domani”.