Maestra di Mattinata accusata di maltrattamenti, udienza rinviata a ottobre

I Grandi Processi
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
àˆ stata rinviata al prossimo 19 ottobre l'udienza preliminare davanti al Gup del tribunale di Foggia, Armando Dello Iacovo, nei confronti di una maestra di una scuola materna di Mattinata (Foggia) di 47 anni, accusata di maltrattamenti nei confronti di minori tra i due e i cinque anni di età . L'avvocato difensore della donna ha eccepito il legittimo impedimento poichè impegnato, contestualmente, al Tribunale del Riesame di Bari dove si è discussa l'udienza d'appello contro la decisione del Gip che a settembre 2019 ha rigettato la richiesta di sospensione nei confronti dell'insegnante, poichè - a dire dello stesso giudice - non vi erano sufficienti indizi di colpevolezza. A Bari il legale difensore della maestra ha eccepito che la Procura di Foggia non ha messo agli atti i dvd dei filmati delle telecamere nascoste piazzate dai carabinieri nelle aule della scuola materna. Anche in questo caso l'udienza è stata rinviata al 17 settembre. Le indagini sono partire ad ottobre del 2018 a seguito della segnalazione da parte dei genitori di una bambina. La piccola affermava di aver ricevuto un calcio nel sedere dalla maestra. Ad avvalorare questa tesi anche il referto medico presentato dai genitori della vittima che attestava la presenza di lividi. Secondo l'accusa infatti la maestra si rivolgeva ai bambini apostrofandoli con epiteti come: «pazzo, cretini, maiale, scimmia, spesso accompagnando agli insulti violenze fisiche come strattonamenti, spinte, schiaffi, calci e lancio di oggetti». (Da La Gazzetta del Mezzogiorno)