Psr, Lovecchio: Il disimpegno automatico dei fondi è un doppio fallimento di Michele Emiliano

I Grandi Processi
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
"Nonostante i ripetuti inviti davanti agli agricoltori ad utilizzare il capitale umano del Ministero delle Politiche agricole, prima lanciato dal nostro capo politico Luigi Di Maio in visita in Camera di Commercio di Foggia e poi dalla Ministra Teresa Bellanova nell'incontro con le imprese colpite dalla criminalità  a San Severo, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha preferito andare avanti, inefficacemente, col Piano di Sviluppo Rurale, facendo scattare al 31 dicembre 2019 il disimpegno automatico di 86 milioni di fondi europei ai quali si aggiunge il cofinanziamento nazionale obbligatorio per un totale di 142,3 milioni. L'agricoltura pugliese è in ginocchio e il Governatore, ormai assessore ad interim al ramo, non fa altro che vivere la sua campagna elettorale permanente nei territori". àˆ quanto afferma l'onorevole del M5S Giorgio Lovecchio, componente delle Commissioni Bilancio e Agricoltura. "La grossa penalità  a danno degli agricoltori pugliesi-prosegue il deputato pentastellato- giunge in un momento di grave crisi del settore oleario e ortofrutticolo, per le imprese di piccole dimensioni i fondi del Psr sono essenziali per dare avvio a quegli investimenti necessari per l'ammodernamento del parco macchine e delle pratiche colturali. Dai dati emerge che la Puglia, ultima per l'utilizzo dei fondi agricoli, si è invece piazzata tra le migliori regioni per la performance nell'utilizzo degli altri fondi strutturali europei. La cosa è una doppia beffa sia perchè sta a significare che l'amministrazione di centrosinistra di Michele Emiliano in questi 5 anni non ha avuto ben chiaro che l'agricoltura è il settore trainante dell'economia pugliese, l'unico insieme al Turismo in grado di crescere e di dare occupazione ai nostri giovani, sia perchè denota plasticamente il mancato investimento in risorse umane, performante in altri segmenti, nella tecnostruttura regionale nell'assessorato all'Agricoltura. Ecco perchè c'è bisogno di cambiare il grumo di potere stratificato in questi anni di centrosinistra da Vendola ai giorni nostri: il centrosinistra non coglie gli obiettivi della nostra terra, sperpera denaro pubblico in eventi spot e in manifestazioni effimere che non lasciano traccia sul territorio e sta accompagnando nell'agonia la vera ricchezza della Puglia. Solo il M5S è la vera alternativa a Michele Emiliano e ad una destra vorace che si affaccia".