Morra vs Metta: "Ebbe da subito un linguaggio irriverente. Male non fare paura non avere"

I Grandi Processi
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
"A luglio passato, il sindaco di Cerignola, grosso centro del foggiano con circa 60.000 residenti, Franco Metta, mentre era già  noto il faro del ministero dell'Interno sulla sua amministrazione, urlò in diretta Facebook: "Basta rompere i coglioni, non siamo mafiosi".
Ieri il Consiglio dei Ministri ha deciso lo scioglimento del Comune", commenta il senatore M5S Nicola Morra, presidente della commissione parlamentare antimafia.
"Cerignola diventa il terzo consiglio comunale in provincia di Foggia ad essere sciolto per infiltrazioni mafiose. Potrà  anche ottenere ragione in altre sedi, come la legge gli consente, ma il sindaco di Cerignola quantomeno dovrebbe riflettere sull'uso di un linguaggio irriverente nei confronti dello Stato e di chi lo rappresenta. D'altronde, il principio rimane sempre quello: "Male non fare, paura non avere". Ed un amministratore pubblico non può e non deve avere paura di alcun controllo.
A meno che non abbia qualcosa da nascondere".