Il musicista apricenese Carmine Padula è il compositore della colonna sonora del film Rai Chiara Lubich - L'amore vince

I Grandi Processi
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
Carmine Padula è un ragazzo della millennial generation, compositore, direttore d'orchestra e pianista nato nel 2000. Vive ad Apricena. A lui si deve la colonna sonora del film, andato in scena su RAI Uno, domenica: "Chiara Lubich-L'amore vince tutto", per la regia di Giacomo Campiotti con la produzione di Luca Barbareschi.
Carmine Padula è un ragazzo della millennial generation, compositore, direttore d'orchestra e pianista nato nel 2000. Vive ad Apricena. A lui si deve la colonna sonora del film, andato in scena su RAI Uno, domenica: "Chiara Lubich-L'amore vince tutto", per la regia di Giacomo Campiotti con la produzione di Luca Barbareschi. Il film, dedicato alla fondatrice del Movimento dei Focolari (nel centenario della sua nascita), Chiara Lubich, interpretato nella fiction RAI da Cristiana Capotondi, ha incollato al televisore oltre 5,6 milioni di spettatori (23% di share).

Ho iniziato a scrivere le musiche in pieno lockdown, ad aprile %u201820 ha esordito a l'Attacco, Carmine Padula Ho studiato la sceneggiatura del film su Chiara Lubich, iniziando a comporre con molta responsabilità perché non volevo cadere in cliché legati a film storici. Non cerco i temi, perché arrivano a prescindere dal luogo in cui mi trovo. Ad esempio, un pezzo molto particolare contenuto nella colonna sonora, l'ho composto durante una sosta sul lungo lago di Lesina.

Con il giovane e talentuoso musicista (per lui hanno speso parole di stima icone della musica come Ennio Morricone e Roberto Cacciapaglia) che frequenta il Conservatorio Umberto Giordano di Foggia, si entra nel merito della composizione: Sono partiture per orchestra che mi portano, quindi, ad immaginare come possono suonare per archi, fiati, percussioni e altri strumenti. Ma, oggi, la tecnologia ci dà una mano. Quindi, cerco di creare temi che caratterizzano i personaggi, come il %u2018Tema di Chiara', che fa emergere la personalità di Chiara Lubich. Oppure ha continuato Carmine Padula ne %u2018L'amore vince tutto' c'è la narrazione di tutto il film ed è molto orchestrale. Ho ascoltato tante colonne sonore per film e c'è sempre stata l'impressione che, le stesse, facessero da supporto al film. Proprio con il grande regista Giacomo Campiotti, invece, ci siamo detti che la musica, la colonna sonora, doveva diventare protagonista. Da un punto di vista cinematografico, la musica deve servire ad esprimere quelle emozioni che l'attore non può trasmettere o non può dare.

Carmine Padula, oltre che nella composizione, ha anche una spiccata attitudine nella direzione d'orchestra e, a l'Attacco, rivela alcuni dettagli: La colonna sonora del film su Chiara Lubich è stata realizzata con la mitica orchestra del compianto maestro Ennio Morricone, %u2018Orchestra Roma Sinfonietta', da me umilmente diretta. Inoltre, mi piace innovare perché non mi va di fare quello che è stato già fatto, creando un mio stile musicale. Ad esempio, in %u2018Madre Terra', c'è contaminazione con melodie etniche (africane e asiatiche) perché Chiara Lubich è una donna internazionale, conosciuta in tutto il mondo. Il brano è composto da una parte elettronica, da una orchestrale, e da una parte etnica (si sentono strumenti come il sitar e l'handpan).

Un cast prestigioso guidato dal regista, Giacomo Campiotti (sue anche le serie: Braccialetti Rossi e Ognuno è perfetto) e dall'aiuto regista, Franco Nardella, per un film che ha davvero colpito i telespettatori: Sono due i film con Cristiana Capotondi (il primo, Ognuno è perfetto, la cui colonna sonora è stata scritta da Carmine Padula, ndr) ed è nata una bella amicizia. Cristiana è stata magistrale nell'interpretazione di Chiara Lubich-giovane e, davvero, il set, per noi che ci siamo stati, sembrava essere guidato da Dio, con un'atmosfera particolare. Siamo tutti contenti anche per lei: per Chiara Lubich. Un chiaro messaggio d'unione, di fratellanza e salvezza d'insieme. Un po' come in questo tempo di pandemia, che ci porta a dire che solo insieme ci possiamo salvare.

Tutto però inizia dopo un concerto che il diciasettenne Carmine Padula, ha tenuto vicino Assisi: Alla fine del concerto, Campiotti è venuto a salutarmi, chiedendomi di creare la colonna sonora per %u2018Ognuno è perfetto'. Rimasi in silenzio per diversi secondi, incredulo. Così, inizio a leggere la sceneggiatura e ciò che potrà essere il film che sta per nascere, in generale. Alla fine, in media, una colonna sonora può contenere 25 brani. Ma per una serie televisiva, come %u2018Ognuno è perfetto', ne ho composti circa 50. La colonna sonora è stata registrata con l'orchestra RAI di Torino e con quella del M° Morricone. Chiedo sempre di stare sul set perché mi piace vivere le scene e poi, in albergo, in treno, inizio a comporre. Le immagini dal vivo le trasformo in musica e le ripropongo sul set, così come faceva il M° Morricone, un grande innovatore.

Carmine Padula ha conosciuto e ricevuto consigli da Morricone. Il Maestro mi ha invitato a pranzo, a casa sua, nel 2019, perché voleva vedere chi fossi. Mi ha chiesto tante cose e m'ha dato consigli che non sono in nessun libro. Ho diretto la sua orchestra, per la colonna sonora di Chiara Lubich e ho il ricordo bellissimo di essere stato con lui all'ultimo concerto che ha tenuto nelle Terme di Caracalla.


Focus su Carmine Padula, talento in campo musicale
Carmine Padula ha iniziato gli studi di pianoforte a 11 anni e dopo solo un anno, colpito dalla dolorosa perdita del padre si rifugia nella musica e inizia a comporre. Vince numerosi concorsi nazionali e mondiali e fa parlare del suo talento la stampa nazionale. A 16 anni gli viene commissionata dal sindaco, la realizzazione dell'inno del suo paese, che intitola Apricena, Madrepietra! di cui scrive parole e musica e presenta in un suggestivo video girato tra le cave di pietra, molto apprezzato da stampa e pubblico. Nell'estate del 2018, viene notato dal celebre regista Giacomo Campiotti, che gli commissiona la colonna sonora della Serie Tv Ognuno è Perfetto, con la quale ha segnato l'esordio più giovane della storia in RAI ed ha vinto premi come miglior colonna sonora per Serie Tv. A novembre 2020 firma la colonna sonora del corto Guardami Così, cortometraggio prodotto dal Ministero degli Affari Esteri, regia di Adriano Morelli con la supervisione artistica di Edoardo De Angelis.

(Beniamino Pascale - l'Attacco)