Giuliano (M5S): 'Su Diritto tribuna avvocati auspico serenità di giudizio ed equilibrio tra le componenti'

I Grandi Processi
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
La deputata sanseverese Carla Giuliano, capogruppo in commissione Giustizia della Camera dei Deputati per il Movimento Cinque Stelle, è intervenuta sulla questione del diritto di tribuna degli avvocati in seno ai Consigli giudiziari, a seguito della esclusione operata in danno dei rappresentanti dell'avvocatura e del mondo accademico, a Bari.
La deputata sanseverese Carla Giuliano, capogruppo in commissione Giustizia della Camera dei Deputati per il Movimento Cinque Stelle, è intervenuta sulla questione del diritto di tribuna degli avvocati in seno ai Consigli giudiziari, a seguito della esclusione operata in danno dei rappresentanti dell'avvocatura e del mondo accademico, a Bari.

La deputata sul punto ha dichiarato: Ferma la piena legittimità della determinazione del Consiglio Giudiziario Distrettuale di Bari, atteso che allo stato il diritto di tribuna non è previsto dalla legge ed è quindi una mera facoltà regolamentare, non posso però non auspicare, in linea generale, indirizzi tesi sempre verso la massima trasparenza e partecipazione. Ritengo che tali principi, giovino alla credibilità delle istituzioni del nostro Paese in un momento in cui tale esigenza appare predominante. Infatti, per tali ragioni, il Ddl Buonafede, che è attualmente all'esame proprio della Camera dei Deputati, all'articolo 3, comma 1, lettera a) prevede in maniera vincolante tale diritto che, proprio in quanto non consente l'espressione del voto, rappresenta esclusivamente una forma di massima garanzia. E le garanzie, a mio personale avviso, vanno sempre accolte di buon grado da parte di tutti.

Giuliano ha poi concluso: Confido pertanto in segnali distensivi tra magistratura e avvocatura che sono anime sotto differenti profili comunque poste a tutela della Giustizia soprattutto nell'interesse superiore delle istituzioni che entrambe rappresentano.