Consiglio regionale, Casili (M5S) è l'altro vice (per la maggioranza) di Capone. D'Attis: "Che porcata"

I Grandi Processi
Carattere
  • Più Piccolo Piccolo Medio Grande Più Grande
  • Predefinito Helvetica Segoe Georgia Times
E' il primo accordo di governo in una regione. Quello tra Pd e Movimento 5 Stelle, in Puglia, però si consuma tra lacrime e dichiarazioni al vetriolo. "Sono dispiaciuta che i miei colleghi siano commettendo il classico errore della vecchia politica". Così Antonella Laricchia, candidata del M5S alla presidenza della Regione Puglia alle ultime elezioni, durante la prima seduta del Consiglio regionale pugliese dopo l'annuncio dato dal capogruppo Pd, Filippo Caracciolo, e dalla consigliera regionale pentastellata Grazia di Bari, di un accordo politico tra centrosinistra e Movimento 5 stelle. "Mi dispiace ma state sbagliando", ha aggiunto. Commossa, dovendosi fermare più volte per riprendere il controllo, Laricchia ha proseguito, rivolgendosi ai cittadini: "Agli oltre 200mila cittadini che ci hanno votato vorrei dire che se potessi restituirvi i voti che in questo momento i miei colleghi stanno disonorando, lo farei". "Spero non perdiate la fiducia e spero di continuare a dimostrarlo - ha continuato, interrompendosi per le lacrime -. Io sono stata tenuta all'oscuro dalle ultime riunioni. I miei colleghi si sono negati al telefono salvo informarmi solo ieri sera. Mentre si negavano incontravano Michele Emiliano e con lui hanno deciso con l'approvazione di Cristian Casili e con il silenzio/assenso di Grazia di Bari e Rosa Barone di fare questo passo verso la maggioranza".
-Il commento di chi non è d'accordo "Il M5S Puglia è entrato nella maggioranza di Emiliano. Tutti tranne Antonella Laricchia che ha deciso semplicemente di rispettare gli elettori che si sono già  espressi e non dovrebbero essere nè traditi nè usati. I quattro consiglieri eletti al grido 'Mai con Emiliano', fervidi sostenitori dell''andiamo da soli altrimenti non ne entra di noi neanche uno' hanno deciso, con capo politico e un ministro (così si dice), di aderire al programma di Emiliano, di avallare il suo sistema e, soprattutto, di ignorare quella consistente parte di attivisti ed eletti che non era e non sarà  favorevole". Lo dichiara Barbara Lezzi, senatrice grillina. "I quattro consiglieri andranno a sedere in Giunta con un imputato e un'indagata scelti da Emiliano, quello più 'grillino' di tutti come viene definito da giornaloni e giornalini. Per azioni meno gravi di queste sono state sbattute fuori dal M5S, senza tanti complimenti, diverse persone. L'involuzione del M5S prescrive che di moda è l'incoerenza". "Una porcata: solo così possiamo definire l'elezione di un grillino a vicepresidente del Consiglio regionale pugliese in quota al centrosinistra. Dopo aver cercato di ergersi a maestri di morale, sventolando la bandiera del puritanesimo politico, ecco che il M5S finalmente getta la maschera ed entra nella maggioranza di Emiliano in cambio di una poltrona. Il tutto calpestando le promesse elettorali che hanno visto i grillini proporsi (per finta, evidentemente) come alternativa al centrosinistra. Il tempo è galantuomo e noi possiamo dire con orgoglio di poter guardare negli occhi, sempre, i nostri elettori a cui non avremmo mai raccontato una tale mitragliata di bugie", è l'analisi del commissario regionale di Forza Italia Mauro D'Attis. -Loredana Capone prima donna presidente del consiglio regionale pugliese Loredana Capone, ex assessore alla Cultura nella passata legislatura, è stata eletta presidente del Consiglio regionale della Puglia. Per la prima volta nella storia pugliese, quindi, una donna assume tale ruolo, di presidente dell'Assemblea, che rappresenta la sovranità  popolare e democratica dei pugliesi. "La presidente è brava, esperta, competente, è un avvocato in gambissima, una mamma e una moglie straordinaria - ha commentato il governatore Michele Emiliano -, ha guidato con intelligenza diversi assessorati tutti assai importanti e soprattutto incarna nitidamente i valori e i sentimenti della terra di Puglia. Sono felice che i consiglieri l'abbiano eletta accogliendo il mio auspicio".
-De Leonardis vicepresidente di opposizione "Sono particolarmente emozionato per il nuovo ruolo istituzionale che da oggi sarò chiamato a ricoprire. Il consiglio regionale rappresenta la massima assemblea elettiva pugliese e da vicepresidente mi impegnerò al meglio delle mie capacità  e possibilità  perchè rappresenti il cuore e l'anima di una politica al servizio della comunità  e dei cittadini, con il pieno coinvolgimento e l'opportuna considerazione di tutti i suoi componenti". Lo ha detto Giannicola De Leonardis. "In un momento particolarmente difficile per il nostro Paese e per la nostra regione che richiede ancor più responsabilità , partecipazione, condivisione. àˆ doveroso per me ricordare, e ringraziare, chi mi ha permesso di essere qui oggi. Gli onorevoli Giorgia Meloni, Raffaele Fitto, Marcello Gemmato, la segreteria provinciale di Fratelli d'Italia e tutto il partito che ha pienamente sostenuto la mia candidatura e gli elettori che hanno riposto ancora una volta la loro fiducia nei miei confronti. "Ringrazio i colleghi del mio gruppo consiliare di Fratelli d'Italia, che all'unanimità  hanno ribadito il loro sostegno indicandomi per questa carica così importante e prestigiosa, e tutti gli altri, dai banchi dell'opposizione a quelli della maggioranza, che hanno mostrato lealtà  e apprezzamento con il loro voto consapevole riempiendomi di orgoglio. L'esperienza e l'entusiasmo saranno miei preziosi alleati, insieme a dignità  e decoro, che da sempre sono i riferimenti del mio impegno quotidiano in politica e nella vita".