Scoperta piantagione di marijuana a Margherita di Savoia, sequestrate oltre 70 piante di cannabis

Sabato 31 Ottobre 2020
Scoperta piantagione di marijuana a Margherita di Savoia, sequestrate oltre 70 piante di cannabis<br />
Nel corso dei servizi di monitoraggio delle aree rurali disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Foggia al fine di contrare la coltivazione e la produzione illecita di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Margherita di Savoia hanno scoperto una piantagione di marijuana in località Cannafesca, nell’agro del Comune salinaro. Ben 77 piante di “cannabis nana”, di altezza variabile tra gli 8 e i 59 cm, erano in fase di coltivazione all’interno di altrettanti vasi, sistemati in più file su un terreno incolto. Vicino alle piante era stato allestito un rudimentale impianto di essiccazione per le infiorescenze di marijuana. Nascoste tra le sterpaglie, i Carabinieri hanno rinvenuto anche 7 buste in cellophane contenenti solo infiorescenze di marijuana, per un peso complessivo di circa 7,5 kg. Le piante, del peso totale di 80 kg circa, sono state estirpate e sottoposte a sequestro, così come il resto della sostanza stupefacente rinvenuta ed il materiale usato per la coltivazione illecita. Gli accertamenti svolti dai Carabinieri del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Foggia hanno consentito di stabilire che, stando alle tabelle ministeriali, dalle piante e dalle infiorescenze sequestrate si sarebbero potute ricavare oltre 43.000 dosi di marijuana.

Con quest’ultimo sequestro, ammontano a 6 le piantagioni scoperte dai Carabinieri della Compagnia di Cerignola dall’inizio dell’anno nel territorio di competenza e a più di 8000 le piante di cannabis sequestrate, per un peso complessivo di oltre tre tonnellate ed un valore stimato, sul mercato illecito, in alcuni milioni di euro. In pochi mesi, ben 5 persone, sorprese in distinte occasioni ad irrigare le piantagioni illecite, sono state arrestate in flagranza dai militari della Compagnia di Cerignola per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Il Covid non ferma i ladri, rubata una Panda dell'Usca. Miglio: "Siete degli omuncoli, restitui...

Martedì 1 Dicembre 2020
I ladri non si fermano nemmeno di fronte al Covid. Anzi, alcuni soggetti hanno preso di mira proprio...
Il Covid non ferma i ladri, rubata una Panda dell'Usca. Miglio:
Strage San Marco in Lamis, Emiliano:
"Il 9 agosto 2017 a San Marco in Lamis venivano uccisi Luigi e Aurelio Luciani: due fratelli agricoltori, due padri di famiglia, due onesti lavoratori, uccisi perché testimoni involontari di un’esecuzione mafiosa...
Martedì 1 Dicembre 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno