Rotary Club, a Cerignola cambio della guardia nel segno della lotta ai cambiamenti climatici

Martedì 20 Ottobre 2020
Rotary Club, a Cerignola cambio della guardia nel segno della lotta ai cambiamenti climatici
Cambio di presidenza al Rotary Club Cerignola. Al termine di un anno associativo un po' particolare, è stato eletto Francsco Dibiase, cardiologo, che ha ricevuto il collare e la campana con il martelletto da Domenico Guercia, medico anch’egli.

"Quest'anno il programma è improntato per migliorare la qualità dell'ambiente nel quale viviamo - ha dichiarato Dibiase a l'Attacco -, il Club infatti vuole dare un approccio diverso: tra l'altro, è una delle finalità e degli scopi del Rotary. Nel discorso programmatico, mi sono rifatto esplicitamente ai contenuti della Laudato Si di Papa Francesco per un approccio diverso all'ecologia. Come associazione metteremo in campo delle iniziative, anche pratiche, per ispirare una diversa sensibilità alle tematiche ambientali in senso lato. Questo presuppone un rapporto con le istituzioni e cercheremo di essere propositivi per delle iniziative volte a migliorare la qualità del nostro ambiente".

Il tema ambientale, quindi, sarà al centro dell'agenda del Rotary, un aspetto sempre più dibattuto anche a livello internazionale. "E' una questione di sensibilità personale innanzitutto - ha rimarcato Dibiase -, ma anche dettata dalla situazione contingente sia generale che locale oltre che da questo momento storico sostanzialmente. Hanno coinciso queste peculiarità con una sensibilità di fondo mia personale e ovviamente il Club è orientato in questo senso. Abbiamo creato delle commissioni e dovrebbero vagliare delle proposte concrete per contribuire al miglioramento dell'ambiente nel quale viviamo. Poi ovviamente a questo indirizzo specifico si affiancheranno tutte le attività di solidarietà e sociale che il Rotary porta avanti indipendentemente dal presidente di turno. Cosa non funziona? Ci sono molti aspetti che non vanno e che ho menzionato anche nel discorso programmatico a partire dall'acqua e dal suo utilizzo anche in agricoltura, l'utilizzo più proprio della plastica, lo spreco alimentare: sono tutte tematiche che riconducono a un diverso approccio dell'uomo con l'ambiente".

Quello appena trascorso è stato un anno rotariano particolare. "Abbiamo dovuto sospendere le attività sociale - ha ricordato Dibiase - e quindi ci siamo dati da fare con tutte le nostre forze e sforzi per fronteggiare, nel nostro piccolo, l'emergenza Covid. C'è stata una donazione alla Caritas, abbiamo consegnato come Club delle mascherine ai meno abbienti e abbiamo effettuato una donazione all'ospedale Tatarella di 10 strumenti per aiutare le persone nella respirazione".

L'emergenza ha cambiato un po' la visione del Club? "La recente pandemia ha brutalmente stravolto le nostre giornate - ha ribadito il neo presidente -, compresa la ritualità del nostro Club, ma ha costretto tutti noi a rivedere la necessità e il valore della solidarietà, cioè la comunanza tra i membri della collettività al servizio degli altri. L’operatività sociale del Rotary e del nostro Club in particolare, anche per questa emergenza, non è mai venuta meno. E' stato bello vedere lo slancio generoso di ciascun socio nel soccorrere coloro che sono apparsi i più fragili, anche a titolo strettamente personale ma sempre nello stile rotariano".

A proposito di stile, il Club Rotary di Cerignola è composto da diversi professionisti, così come è lo spirito dell'associazione, in modo tale da rispecchiare al suo interno lo spirito della socialità del territorio in cui va a operare. "I soci sono circa 40 e sono rappresentate un po' di tutte le fasce - ha evidenziato Dibiase -. Contrariamente a quanto si possa pensare, non è necessario un alto reddito per entrare nell'associazione, la selezione quindi non viene fatta in base al reddito ma sulle qualità della persona come la moralità e l'affidabilità. Non è un club di ricchi, perché l'esclusività non proviene da questo ma dalle qualità dei componenti".

Il mandato di Francesco Dibiase durerà un anno, fino al 30 giugno prossimo: "Ci sarà un nuovo passaggio del martelletto. Abbiamo deciso, essendosi allentata un po' l'emergenza Covid, di effettuare la cerimonia in presenza ovviamente con le dovute precauzioni. L'anno prossimo il testimone andrà a Cinzia del Corral".

Pietro Capuano

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Interdittiva antimafia numero 36 per il prefetto Grassi. Colpita impresa viestana del comparto ittic...

Venerdì 27 Novembre 2020
Continua senza soluzione di continuità l'azione amministrativa antimafia avviata dal prefetto di Fo...
Interdittiva antimafia numero 36 per il prefetto Grassi. Colpita impresa viestana del comparto ittico
Landella:
Videomessaggio alla città dedicato al Natale imminente da parte del sindaco di Foggia Franco Landella. "Da quando sono sindaco di Foggia ho sempre sposato e celebrato con entusiasmo la tradizione cittadina di vi...
Venerdì 27 Novembre 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno