Romanzi, fumetti, podcast, film, manga e videogiochi: le ricerche e gli studi di Sara Ceniccola

Venerdì 7 Agosto 2020
Romanzi, fumetti, podcast, film, manga e videogiochi: le ricerche e gli studi di Sara Ceniccola
Anche la sanseverese Serena Ceniccola si aggiunge ai tanti giovani italiani costretti ad “emigrare” per fare i ricercatori o per cercare un lavoro. È l’ennesimo caso di “nemo propheta in patria”. Chi fermerà l’emorragia delle eccellenze italiane che arricchiscono gli altri stati europei? Perché i nostri studenti, i nostri figli, i nostri nipoti non trovano le stesse porte aperte in Italia? Perché si rinuncia alla “belle gioventù”? La dottoressa Serena Ceniccola, ha rappresentato le università londinesi a Friburgo, in Germania, con la sua relazione tra altri 20 a livello europeo, tra cui diversi docenti universitari.

Serena Ceniccola, di San Severo, dopo la laurea magistrale in Letteratura Comparata (facoltà di nicchia) all’Università di Bologna, nel 2015, è costretta a farsi la valigia per Londra, essendo stata accettata per uno stage presso un’agenzia letteraria, per la quale si è occupata di diritti editoriali e di traduzioni. Dopo la parentesi a Roma per un master di secondo livello all’Università Cattolica a Milano, ritorna a Londra per la sua propensione allo studio di particolari materie letterarie (lingue letterature e culture anglo-americana, finlandese e giapponese) e l’attitudine alla comparazione delle letterature, per conseguire la laurea magistrale (MA, in inglese) in Letteratura Vittoriana alla “Queen Mary” University of London.

“La Queen Mary mi ha accettata subito, dato il mio curriculum, e ho conseguito l’altra laurea magistrale, per poter accedere al dottorato di ricerca – ha spiegato Serena Ceniccola a l’Attacco – Poi ho risposto all’invito fatto dall’università di Friburgo, che ha contattato molte università europee, per la ‘due giorni’ della conferenza studentesca: ‘Exploring alterity in fantasy and science fiction’. Ho inviato la mia relazione: ‘Nobody/Nowhere: l'alienazione dell'ibrido in Tokyo Ghoul di Sui Ishida’ e sono stata selezionata come unica partecipante delle università londinesi”. In pratica, Serena Ceniccola, è stata la portabandiera dell’ambiente accademico di Londra e della “Queen Mary” University”, durante la conferenza in Germania, all’università di Friburgo, dove si sono incontrati circa 20 relatori, tra cui diversi docenti. Una relazione apprezzata non solo a Friburgo ma anche a Londra. Al suo ritorno alla Queen Mary, gli è stato riconosciuto il merito, il lavoro svolto e un articolo dell’elogio.

I loro lavori si sono concentrati su romanzi, fumetti, podcast, film, manga e videogiochi. Helena Ifill (docente presso l'Università di Sheffield, co-organizzatore per Victorian Popular Fiction Association e condirettore per l'Università di Sheffield Center per gli studi dell'Ottocento) si è complimentata pubblicamente con la dottoressa sanseverese. Il lavoro di Serena Ceniccola, esplora la relazione tra ibridità e memoria nel contesto del “manga horror” che, nella sua forma contemporanea, è stato pesantemente influenzato dalla stampa vittoriana britannica e dal gotico del XIX secolo. “Sono particolarmente interessata ai campi dell'identità, dell'ibridismo e dei contatti culturali. – ha concluso - Esplorare nuove rappresentazioni dell'ibrido nella narrativa è molto importante se vogliamo veramente capire il mondo in cui viviamo oggi. C’è stato un bel confronto con gli altri relatori e ho apprezzato molto l’umanità. Chiaramente tutto ciò mi ha emozionata, tanto a Friburgo, quanto il ritorno a Londra, e spero di poter intraprendere il dottorato di ricerca e poi, chissà, la carriera universitaria”.

Ibridità o più semplicemente l'ibrido come concetto si lega alla teoria dell'ibridazione di Bhabha (Homi K. Bhabha è un filosofo indiano naturalizzato statunitense. È uno dei principali teorici del postcolonialismo; attualmente insegna all'università Harvard, negli Stati Uniti), a sua volta ispirata dallo studio del post-colonialismo di Edward Said. Secondo Bhabha non si può ignorare la traccia lasciata dal periodo coloniale sulle culture contemporanee, in quanto ha creato un contatto culturale forte. Secondo lui l'ibridizzazione, ossia l'assunzione della cultura del Paese colonizzante senza negare la cultura del paese colonizzato, è la soluzione allo scontro. “Tokyo Ghoul” è un manga horror il cui protagonista è un ibrido tra umano e Ghoul, che cerca la propria identità non essendo né l'uno né l'altro. La domanda della relazione è: “Cosa definisce l'ibrido come tale?” La risposta è: “La memoria”.


Beniamino Pascale

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Adoc: “Foggia conferma il suo status di città tra le più economiche d’Italia per il costo dei ...

Sabato 26 Settembre 2020
“Circa il 7% in meno rispetto alla media nazionale per il costo dei prodotti alimentari nei superm...
Adoc: “Foggia conferma il suo status di città tra le più economiche d’Italia per il costo dei beni alimentari di prima necessità”<br />
Foggia, si accascia al suolo e muore in strada
Un uomo è deceduto a Foggia, pochi minuti fa, in via Lenotti. La persona in questione si è accasciata al suolo, venendo soccorsa successivamente. Non c'era più nulla da fare, però. I sanitari intervenuti hanno pot...
Venerdì 25 Settembre 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno