Paola Costantino, colori e gioia di vivere

Lunedì 30 Dicembre 2019
Paola Costantino, colori e gioia di vivere
Non poteva sognare un esordio artistico migliore Paola Costantino, dottoressa foggiana con la passione per la pittura. La Costantino approdata alla pittura per caso, lei stessa si definisce “new painter” è stata selezionata da Vittorio Sgarbi per la Biennale di Milano. La Costantino ha esposto i suoi dipinti all’International Art Meeting insieme ad altri 200 artisti, scelta tra 3.400 partecipanti.

Paola Costantino si avvicina alla pittura per caso in un pomeriggio autunnale di un anno fa disegnando arbusti, il suo tocco delicato e il cromatismo vivace ma sempre appropriato al soggetto vengono da subito notati dalla cugina pittrice che consiglia a Paola di perseguire in quello che diventerà poi un assiduo studio sui colori e sui maestri dell’arte. Fonte di ispirazione della pittrice foggiana è costituita oltre che dal proprio vissuto, costituito da molte vite e da partenze e ritorni nella natìa Foggia, dalle passioni per la musica dei Coldplay e per la cinematografia con il film Titanic a cui la Costantino dedica una sua Rose, protagonista della pellicola assieme a Di Caprio, che inaugura la serie dei volti, oltre al profondo valore dato dalla Costantino all’amicizia, al sogno e al sorriso, sintetizzati dall’amore per il personaggio di Mary Poppins.

Le opere della pittrice foggiana presentano tutte i toni luminosi di un cromatismo molto acceso, frutto di una visione della vita indagata e vissuta sempre con perseveranza, forza e positività. Non si troverà mai nelle tele della Costantino, tutte in acrilico, un malinconismo di fondo, sia per quanto concerne i soggetti, sia nei colori. La vedova bianca sebbene rappresenti una donna vestita di scuro, apparentemente austera, che nell’idea della Costantino è una donna che si reca in tribunale per discutere la separazione, mantiene quella serenità d’animo che le consente di affrontare un momento difficile della vita con sicurezza e tenacia, ed è l’unica tela della pittrice dai colori foschi.

Si avvia dopo l’esordio la fase di assidua applicazione che è sfociata nel primo vernissage tenuto al Ice Bar a Foggia il 16 dicembre dal titolo “Viva la vida”, in omaggio all’omonimo e noto brano dei Coldpaly, in cui l’artista foggiana espone le tele ispirate alla musica del gruppo britannico, il ciclo di Mary Poppins e quello delle donne con il cappello. Il 31 maggio è la volta del secondo evento della Costantino, la pittrice espone negli spazi della propria abitazione altre tele del ciclo delle donne con il cappello, la vedova bianca e i dipinti del filone espressionista a cui la pittrice si è ispirata.

A l’Attacco Paola Costantino dichiara l’orgoglio di poter rappresentare la città di Foggia in maniera degna in un contesto, quello della Biennale di Milano, molto importante, in cui porterà tre opere: la vedova bianca, la signora viennese e la donna col cappello, in queste ultime due emerge il tocco impressionista della pittrice legata particolarmente alla corrente di Renoir. “Sono molto felice di essere stata selezionata da Vittorio Sgarbi, molto spesso Foggia fa parlare di sé in maniera negativa, io invece, con la mia arte dimostro che la città è costituita anche da persone che hanno tanta passione ed energia. A fine agosto ho mandato alcune delle mie tele all’attenzione del comitato di valutazione della Biennale di Milano, ricevendo una risposta positiva, che non mi ha lasciato sorpresa più di tanto, perché io credo nel pensiero positivo”, dichiara Paola Costantino.

La partecipazione alla Biennale di Milano non è l’unica notizia positiva per la risonanza delle opere della pittrice foggiana, la Costantino, infatti, ha partecipato dal 4 al 8 dicembre a Miami all’Art Basel Milano meet Miamy, organizzata da Spoleto arte, città molto cara a Vittorio Sgarbi, che ha visto la partecipazione di José Dalì, figlio del maestro spagnolo e Paolo Liguori. La Costantino vi ha esposto una tela raffigurante la protagonista femminile di Titanic, Rose, e un paio di dipinti del ciclo di Mary Poppins. La tata inglese è una figura molto cara alla pittrice foggiana, che in essa si identifica per l’amore verso i bambini, la positività e la gioia che trasmette.

“Per qualche tempo sono stata un po’ Mary Poppins nel corso della mia vita, accudendo i nipotini del mio ex marito che in me vedevano una figura materna e socievole”, fa sapere la Costantino. La tela a cui la pittrice tiene molto è infatti “Mary Poppins sui tetti di Londra e Foggia”, opera con cui ha inteso rappresentare sé stessa nella figura della tata cinematografica più nota, ritraendo due città amate, Londra conosciuta in un viaggio e Foggia, la città natale. L’Art Basel Milano meet Miami ha visto anche l’esposizione delle opere a figura animale, con i ritratti del pappagallo e del leopardo, tratteggiati con un tono morbido e deciso.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Oltre 60 perquisizioni a Foggia, carabinieri trovano oggetti "sporchi di cocaina": in mane...

Giovedì 23 Gennaio 2020
Con l’arrivo dei recenti rinforzi continua senza sosta l’azione dei carabinieri sul territorio d...
Oltre 60 perquisizioni a Foggia, carabinieri trovano oggetti
Sorveglianza speciale per un pregiudicato di San Severo, la proposta in applicazione del Codice Antimafia<br />
Continua, senza sosta, l’attività di contrasto alla criminalità organizzata dopo i recenti fatti criminosi verificatisi a Foggia e provincia. All’indomani dell’operazione “Alto Impatto” di lunedì notte, nel ...
Giovedì 23 Gennaio 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno