Ninni Corda (Calcio Foggia 1920): "Giusto fermarsi, con la salute non si scherza"

Lunedì 9 Marzo 2020
Ninni Corda (Calcio Foggia 1920):
La LND si è espressa con decisione, rinviando a data da destinarsi la giornata di campionato, rispettando dunque il Decreto Governativo del 4 Marzo 2020 relativo al rischio di diffusione del Covid-19, meglio conosciuto come Coronavirus, infezione risultata letale in diversi casi.

Stop che non ferma i rossoneri, devastati da altri eventi, che ieri mattina hanno svolto l’ultima seduta di allenamento settimanale prima di darsi appuntamento a mercoledì 11 per la ripresa, così come deciso dal tecnico dei satanelli Ninni Corda che, terminata la squalifica, torna ad esprimere pubblicamente il suo pensiero.
“Lo stop al campionato è un atto dovuto, bisogna salvaguardare la salute di tutti, a cominciare da chi affolla gli stadi. Questo è un problema da non sottovalutare, bisogna restare vigili e seguire alla lettera ogni tipo di suggerimento da parte del Governo, a tutela di ognuno di noi. Non si può scherzare con queste cose, si rischia grosso”.

Foggia che avrebbe dovuto scendere in campo contro il Grumentum, a Val d’Agri, per la ventisettesima giornata di campionato. Da seconda in classifica, a meno un punto dalla vetta.
“Penso che sia giusto ritornare a giocare proprio da Val d’Agri, il 22 marzo, seguendo l’esempio della Serie A, altrimenti si rischierebbe di creare molta confusione tra tutti i club. Siamo a -1 dal Bitonto ma non ci montiamo la testa: dobbiamo sempre mantenere alta l’intensità e mostrare la giusta determinazione sia durante gli allenamenti che in campo, lottando fino all’ultimo secondo di gioco. Ci giochiamo tutto in ogni gara, perciò pretendo sempre il 300% dai ragazzi: non possiamo permetterci cali di concentrazione. Dipende tutto da noi”.

Rossoneri col morale sotto i tacchi, dopo la tragedia di Antonio, ma ancor più motivato a raggiungere l’obiettivo finale.
“La tragica scomparsa di Antonio Cianci ha devastato tutti noi: era un ragazzo generoso, viveva lo spogliatoio con tutti noi. Era sempre pronto ad aiutare tutti ma soprattutto era tifoso del Foggia. Abbiamo un motivo in più per vincere il campionato, dobbiamo farlo anche per lui. Glielo dobbiamo”.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
La città di Foggia

Misure anti-assembramento, Landella sigilla le panchine della città ...

Mercoledì 1 Aprile 2020
Per evitare ulteriori assembramenti, il sindaco di Foggia sigilla le panchine. "Le abbiamo sigi...
Misure anti-assembramento, Landella sigilla le panchine della città
Riuniti, l’imprenditore Michele D’Alba dona 50 mila euro per l’acquisto di attrezzature e dispositivi di sicurezza
Confindustria Foggia esprime plauso ed apprezzamento per il nobile gesto dell’imprenditore Michele D’Alba, Amministratore del Gruppo Tre Fiammelle e Presidente della Sezione Metalmeccanica, che ha donato 50 mila euro...
Mercoledì 1 Aprile 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno